Home > Trasporti > Procida: Non ci resta altro che il gommone per andare dove dobbiamo andare

Procida: Non ci resta altro che il gommone per andare dove dobbiamo andare

di Antonio Bevere

PROCIDA – Ischia aggiunge corse e festeggia (Gestur e Medmar)
A Procida invece:
– ore 06,40 aliscafo per Napoli;
– ore 06,50 traghetto Medmar per Napoli;
– ore 7,10 aliscafo per Napoli;
– ore 07,30 aliscafo per Napoli.
Ferma le corse la società Gestur e la società Laziomar, di conseguenza, la prima partenza per Pozzuoli è alle ore 08,00 con traghetto. In 50 minuti un concentramento di corse per Napoli che potrebbe essere gestito meglio. O meglio, per dirla tutta, un’assurda corsa concorrenziale fra società che poco importa all’utenza che avrebbe bisogno di ben altro.
Le vie del mare non sono una vetrina di lotta fra società concorrenziali, ma devono e sottolineo DEVONO, servire ed essere modellate per un servizio che sia funzionale ad un’utenza formata da commercianti, lavoratori, studenti, ammalati e semplici cittadini che hanno comunque diritto ad una mobilità territoriale.
COL GOMMONE IN MEZZO AL MARE ANDIAMO A COMANDARE!
Va ricordati a tutti (TUTTI!) che le società di navigazione ottengono delle concessioni che entrano comunque nel merito del pubblico. Ora, nel caso in cui non ottemperino (per svariati e, a volte, strampalati motivi) ai loro accordi, chi controlla? Chi emette VERE sanzioni per coloro che comunque provocano disservizi ai cittadini che pagano biglietti che come l’acqua del mare sono salati?!
Le concessioni vanno rilasciate ma, vanno anche previste al momento del rilascio una serie di penali nel caso in cui non vengano rispettate.
Ma vuoi vedere che se ci organizziamo con un gommone per raggiungere la terraferma si sveglia la Capitaneria di Porto e ci blocca nel canale in mezzo al mare!?
Fra il serio e il faceto ho voluto parlarvi di questo problema.
A  mio modo di vedere, va rivisto:
  –  il piano orario;
  –  il modo di rilascio delle concessioni;
  – il modo di controllare che tutto funzioni.
LE VIE DEL MARE DEVONO FUNZIONARE E SEMPRE!
ALTRIMENTI NON CI RESTA ALTRO CHE IL GOMMONE PER ANDARE DOVE DOBBIAMO ANDARE!!

Potrebbe interessarti

Procida: Parte il progetto AIDA LAB

PROCIDA – Questa mattina, sabato 30 novembre alle ore 10,30, presso la sede della Less …

Un commento

  1. Eg. Sig. Bevere quello che chiede è logico e giusto; voglio dire che ci sono basi solide per avanzare le sue richieste; vorrei solo ricordare che quando a suo tempo furono privatizzate le Società Pubbliche le Regioni si “preoccuparono” di inserire nel Contratto di Gestione anche la questione dei Controlli e delle Sanzioni; nei fatti esistono delle persone che hanno detti incarichi e che svolgono i compiti assegnati; vada a leggersi chi sono i componenti (la loro rappresentatività) e resterà sorpreso se non altro dalla mancanza tra queste di un rappresentante delle Amministrazioni Isolane (e questo per Contratto!). Del resto un Armatore non può avere lacci e laccioli; deve essere libero nella sua Intrapresa; altrimenti che razza di Armatore è; ma i nostri sanno bene come parare; nei fatti telefonano ai Pubblici Amministratori e quando proprio devono, fanno anche l’inchino mostrando sempre volti radiosi, da spensierati; tutto bene quindi…..! Mi vien voglia di seguire il consiglio del Gigi nazionale…”ma lassa perdè”…”ma chi te lo fa fà”….” nun dà retta”….etc… Per quanto riguarda il gommone è una certezza che sarebbe bloccato dalle Competenti Autorità; se questo accade a lei basta dimostrare che non ha passeggeri a bordo e che ha le dotazioni e le abilitazioni necessarie per navigare nel tratto di mare tra l’Isola e l’Italia. Giusto per essere molto ma molto conciso evidenzio che le Società di Navigazione sanno bene coso DEVONO fare…. e purtroppo lo fanno; a modo loro, nel loro interesse etc… ma lo fanno! Capisc a mè!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *