Home > Procida. Olimpia – Pà Pà l'americano 3-1

Procida. Olimpia – Pà Pà l'americano 3-1

olimpia-chiaiolella.jpgL’Olimpia vince ma non convince. I PàPà recriminano.

Olimpia – Pà Pà l’americano 3-1 Carabellese, Lubrano M., Cardito, Costagliola A.

di Mario Lubrano Lavadera  -Vince e vola in testa l’Olimpia Chiaiolella che dopo novanta minuti soffertissimi porta a casa i tre punti contro un ottimo Pàpà l’Americano. La formazione in maglia verde si presenta al gran completo. Lubrano accompagna Cardito in avanti con Meglio e Andrea Costagliola a spingere sulle fasce. Il gioco è sempre comandato dai fratelli Sabia in mezzo al centrocampo. Recuperata un’altra pedina importante come Tony Costagliola che inizialmente si accomoda in panchina. I Pàpà l’Americano si presentano con un tridente offensivo molto veloce. De Candia e Ambrosino sono le vere spine nel fianco della difesa della Chiaiolella. Carabellese è l’anima di questa squadra e ancora una volta sforna una prestazione di grande carattere. Partenza alla camomilla allo “Spinetti” con le due squadre che inizialmente badano prima di tutto a non prenderle. Infatti la prima occasione da gol arriva su calcio piazzato ed è anche l’azione che sblocca il punteggio. E’ proprio Carmine Carabellese ad indirizzare con il destro una punizione dai 25 metri nell’angolino alla destra di Barone che non ci arriva. Grande gol del giovane centrocampista per il vantaggio dei Pàpà l’Americano. La reazione dell’Olimpia non si fa attendere. Dopo il gol subito la squadra della Chiaiolella comincia ad attaccare a testa bassa ma sono pochi i pericoli creati davanti alla porta dell’attento Lubrano. Al 42’ Michele Lubrano sfugge palla al piede ai difensori avversari e viene atterrato in area. Il rigore sembra esserci e viene concesso dal direttore di gara. Dal dischetto va lo stesso Lubrano con il portiere dei Pàpà l’Americano che intuisce la traiettoria ma non arriva sul pallone. E’ il pareggio dell’Olimpia che arriva in extremis allo scadere del primo tempo. Nella ripresa la partita resta comunque equilibrata ma l’Olimpia sembra avere qualcosa in più dal punto di vista offensivo. I Pàpà creano tanto ma manca il bomber che la butta dentro. I giovani ragazzi in maglia viola, infatti, riescono a rendersi pericolosi solo con due conclusioni di Carabellese dalla distanza. E’ l’Olimpia invece a colpire al 25’ con il bomber Nicola Cardito. Cross di Sabia dalla sinistra e conclusione di destro dell’attaccante della Chiaiolella che sigla l’ottavo gol di questo torneo che vale anche il punto del 2-1. Dubbia la posizione di Cardito al momento del cross ma il gol viene ugualmente convalidato dal direttore di gara su segnalazione dell’assistente. Passano pochi secondi e su una ripartenza in contropiede dell’Olimpia il portiere Lubrano travolge al limite dell’area Tony Costagliola e viene giustamente espulso dall’arbitro. La punizione viene calciata dallo stesso Costagliola ed è uno strepitoso intervento del secondo portiere Gerardo Scotto di Ciccariello a salvare e a tenere ancora in partita i Pàpà l’Americano. Davvero straordinario il gesto tecnico dell’estremo difensore in maglia viola. Da questo momento in poi la gara vive un continuo batti e ribatti. I Pàpà cercano disperatamente la rete del pareggio mentre l’Olimpia spreca troppi contropiedi soprattutto per l’imprecisione dei vari Potere e Costagliola. La formazione di capitan Carabellese però non riesce a rendersi pericolosa, se non con un tiro dal limite di Siniscalchi bloccato senza problemi da Barone, e viene puntualmente punita. Andrea Costagliola parte sulla sinistra e appena all’ingresso in area di rigore batte il portiere avversario con un tiro in diagonale. E’ il gol del 3-1 che chiude definitivamente la gara e che permette all’Olimpia di restare in vetta alla classifica aspettando l’impegno di domani della Piazzetta prima del big-match di Venerdì.

LE PAGELLE

OLIMPIA CHIAIOLELLA

FRATELLI SABIA : soffrono molto a centrocampo. Per loro il compito è più arduo contro gli avversari di turno. Soprattutto nel primo tempo il duo Magi-Carabellese ha la meglio. Riescono comunque a rendersi protagonisti nella ripresa. 6

CARDITO : risulta assente per ben settanta minuti. Non viene servito a dovere dal suo centrocampo ed è puntualmente annullato dalla coppia centrale di difesa dei Pàpà. Ma alla prima occasione riesce comunque a trovare la zampata vincente. 6,5

LANDOLA : si vede che il capitano è una sicurezza per i compagni. Dalle sue parti è difficile passare. Svolge il suo compito da leader alla grande. Sempre puntuale negli interventi e preciso nelle giocate palla al piede. 7

PA’ PA’ L’AMERICANO

CARABELLESE : ancora una volta è da sottolineare la sua prestazione. A centrocampo è il vero dominatore. Più di qualche volta è impreciso nei disimpegni ma gioca una gara di grande quantità. Si inventa anche un bellissimo gol su punizione, non proprio la specialità della casa. 7,5

DE CANDIA : è il più pericoloso dei suoi. Trova una posizione tra le linee di centrocampo e difesa dell’Olimpia dove riesce perennemente a dare fastidio ai suoi avversari. Ma le sue bellissime sortite offensive sono spesso inconcludenti, anche perché non è assistito a dovere. 6,5

TUFANO : ottima la sua prestazione. Da sicurezza ai compagni di reparto ed è sempre puntuale nelle chiusure. Anche nel finale, quando la squadra è sbilanciata in avanti, riesce spesso a salvare i suoi. 6,5

MARIO LUBRANO LAVADERA

pagina web http://www.torneoisolano.it/

gruppo su facebook Torneo Isolano – Procida

Per contatti clicca qui

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *