Mister Cibelli
Mister Cibelli

Il Procida parte con il piede giusto

RIONE TERRA 2 – 4 ISOLA DI PROCIDA

RIONE TERRA: Romano, Lanuto, De Luca, Riccio, De Felice, Stellato, Astuti (13’ st Di Costanzo), Carnevale, Nasti, Visone (32’ st Talamo), Del Giudice (19’ st Iamunno). (In panchina D’Aniello, D’Anna, Blasio, Testa)

ISOLA DI PROCIDA: Lamarra; Piro, Micallo, Signore, Chiaro; Dodó, Rinaldi, Cariello (23’ st Ammendola), Bacio Terracino (5’ st Muro); Fragiello (10’ st Sansò), Spilabotte. (In panchina Bardet, De Giorgi, Boria, Annunziata) All. Cibelli

ARBITRO: Domenico Mirabella di Napoli (ass. Cristiano Pelosi e Alfredo Columbro di Ercolano)

RETI: 2′ Bacio Terracino, 42′ Spilabotte, 44′ Nasti (RT), 47′ Signore, 75′ Dodó, 80′ Nasti (RT)

NOTE: calci d’angolo 9-1 per il Procida. Ammonito De Luca (RT). Durata pt 45’, durata st 48’. Spettatori 200 circa.

Buona la prima per il Procida di mister Cibelli che rifila un poker a domicilio al Rione Terra ipotecando la qualificazione al prossimo turno in attesa del ritorno che si giocherà tra dieci giorni allo Spinetti. Subito tutto in discesa per i biancorossi, in vantaggio già al 2′: grande azione sulla destra, con Spilabotte che serve Dodò, cross di quest’ultimo per l’accorrente Bacio Terracino che infila con un preciso tiro al volo il portiere avversario. Il Procida sfiora il raddoppio in varie circostanze. Prima con una punizione di Cariello che finisce non lontana dall’incrocio, poi con un’occasionissima di Fragiello che calcia a lato a pochi passi dal gol dopo una lunga cavalcata. Al 42′ arriva il 2-0: Dodò semina il panico sulla destra con una grande azione personale e crossa al centro per Spilabotte che non perdona con il suo destro.  Il Procida si rilassa dopo il raddoppio e, dopo uno svarione difensivo, Nasti s’invola verso la porta e batte Lamarra riaprendo la partita. Bastano appena due minuti della ripresa, però, per ristabilire le distanze: Carmine Signore è il più bravo di tutti a fiondarsi su una palla crossata da Cariello da calcio d’angolo e batte Romano per il gol del 3-1. Poi Cariello sfiora il gol dopo una grande azione personale, il neoentrato Sansò ci prova due volte con il sinistro senza fortuna. Al 35′ ci pensa Dodò a segnare il 4-1 con un preciso sinistro al volo che s’infila nell’angolino. Ma anche in questo caso il Procida cala l’attenzione favorendo il secondo gol di Nasti, con un colpo di testa che supera l’incolpevole Lamarra per il definitivo 2-4.

Potrebbe interessarti

blank

Da questa notte attesi venti forti settentrionali e calo temperature

PROCIDA – Allerta Gialla della Protezione civile per temporali su tutta la Campania ad esclusione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *