Giovanni Righi e1472898031507
Giovanni Righi e1472898031507

#MADEINPROCIDA, colori ed emozione

PROCIDA – Evento ricco di sorprese quello che si è tenuto lo scorso 26 agosto nell’area antistante il porto commerciale, organizzato dai commercianti della zona nell’ambito del cartellone “Certe Notti al Palazzo Merlato”, dedicato all’alta sartoria, creazioni artigianali uniche e degustazioni culinarie in un percorso esclusivamente #madeinprocida!

A sfilare le modelle con gonne, tubini, ruches e balze, un susseguirsi di tagli forme e colori creati da Donato Coscione; la linea “SEA”, ispirata a Procida, di SoloUnFilo: accessori gioiello con la tecnica del chiacchierino che sposano cotoni naturali e lurex, forme romantiche e dinamiche che si specchiano nel mare; le stampe dei bikini di Brizó con la Corricella, le casette, i tipici colori e l’azzurro del mare; Giovanni Righi che con la tecnica Body Pianting ha reso unico il corpo della sua modella nel rispetto della pelle, grazie a colori cosmetici studiati appositamente per non nuocere alla salute, l’immagine che emergerà nel corso della serata sarà una donna indigena.

Ed ancora le splendide acconciature di Fabiola Guarracino e il tocco magico della Make up artist Carmen Nasti, che hanno dimostrato come la donna procidana sa’ sia stare al passo con i tempi che conservare il legame con le proprie origini. L’arte ha tante sfaccettature e non poteva mancare Luigi Nappa coi sui quadri dai colori vivacissimi. Presente l’accessorio più amato dalle donne: le scarpe, creazioni di Loredana Bernardo, da tenere con cura, che valorizzano chi le indossa e danno un tocco di completezza a questa dinamica serata tutta #madeinprocida!!

Mattatore Antonio Muro, artista procidano poliedrico ed apprezzato, che ha tenuto ben in pugno l’articolata serata, accompagnato dalla musica degli A.t.p, alcool test positivo, gruppo procidano che ha intrattenuto il pubblico di residenti e turisti.

In ogni festa che si rispetti non può mancare la zona cucina ed anche qui è stata ottimamente rappresentata. Il ristorante “La Medusa” ha proposto le mezze maniche con alici, peperoncini verdi e pecorino; il “Blanco” degustazione a base di piedino con la parmigiana di melanzane tipicamente isolana; il “Gm Bar” cocktail in grado di riportare attraverso i sapori indietro nel tempo e rivivere la magia di una Procida antica; il “Bistrot” le speciali pizze fritte, il “Bar Grottino” con la lingua di bue, dolce tipico dell’isola, farcita con squisita delizia a limone!

Che dire… una bella esperienza che, come affermano gli organizzatori, è solo il primo passo di un lungo cammino. (foto di Aniello Intartaglia Vision Studio).

Potrebbe interessarti

blank

Da questa notte attesi venti forti settentrionali e calo temperature

PROCIDA – Allerta Gialla della Protezione civile per temporali su tutta la Campania ad esclusione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *