Home > Procida. Responsabile va in pensione, la cardiologia “chiude”.

Procida. Responsabile va in pensione, la cardiologia “chiude”.

Accogliamo il grido di dolore della nostra amica Lina, sempre attenta e disponibile a dare una mano affinché alcuni problemi della nostra comunità, a volte i più semplici, possano trovare una soluzione rapida e di buon senso cosi da sollevare coloro che, e sono tanti, sono senza voce e che quotidianamente devono confrontarsi con uno dei peggiori mali della nostra società: La burocrazia.
“Vorrei sottoporre all’attenzione degli organi preposti un “nuovo” ed endemico fatto di cattiva gestione della sanità pubblica locale. Il presidio ospedaliero di via De Gasperi, come sappiamo, offriva un servizio cardiologico quasi giornaliero per i tanti cittadini che ne necessitano. Ma, da circa due settimane, se si ha bisogno di un controllo o una visita cardiologica bisogna spostarsi sulla terra ferma. La motivazione sembra essere dovuta al fatto che il dott. Russo, precedente responsabile, è andato, buon per lui, in pensione.
A questo punto la domando sorge spontanea come spesso dice il nostro compaesano Antonio Lubrano: ma lo stimatissimo dott. Russo che è andato in pensione nelle festività natalizie, ha di sicuro comunicato il suo pensionamento con sette- otto mesi di anticipo , come da prassi e i dirigenti della ASL NA1, in tutto questo lasso di tempo, cosa hanno fatto, perchè non si è provveduto?
E’ possibile che dobbiamo sempre subire e sottostare a regolamenti che ci penalizzano e continuano a tenerci in una oramai perenne situazione di disagio e di precarietà.
Voglio augurarmi che possiate accogliere e dare ulteriore voce a questa denuncia, e inviare ulteriori sollecitazioni, affinchè questo stallo si risolva al più presto per il bene dei cittadini.
Lina Scotto “

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *