Procida: come “rottamare” le cartelle Equitalia

PROCIDA – (c.s.) La rottamazione delle cartelle esattoriali  prevista dal Dl 193/2016 consente di pagare in maniera ridotta i ruoli dall’anno 2000 al 2015. I contribuenti che aderiranno non verseranno sanzioni, interessi di mora e interessi di dilazione. Bisognerà pagare, invece, la sorte capitale (tributo o contributo assistenziale), gli interessi per ritardata iscrizione a ruolo e l’aggio esattoriale, oltre alle spese per eventuali procedure esecutive.

L’Equitalia Servizio di Riscossione S.p.A. metterà a disposizione il modello per la richiesta di adesione entro il 7 novembre 2016.

I contribuenti interessati potranno presentare l’istanza entro il 23 gennaio 2017, mentre entro il 24 aprile 2017 l’agente della riscossione dovrà comunicare al debitore l’importo dovuto e quello delle singole rate per chi ha scelto questa forma di pagamento.

La dilazione del pagamento è piuttosto breve (quattro rate, l’ultima delle quali non può andare oltre il 15 marzo 2018), per somme che potrebbero essere anche molto consistenti.

Per poter usufruire della rottamazione, il contribuente dovrà eseguire il pagamento integrale, anche dilazionato, entro il limite massimo di quattro rate, sulle quali sono dovuti gli interessi del 4,5% annuo.

Sotto il profilo delle entrate ammesse alla definizione, rientrano tutte quelle riscosse tramite ruolo, di natura sia patrimoniale che tributaria, compresa l’Iva.  Sono inclusi anche i ruoli per cui pende giudizio, ma per questi è necessario rinunciare ai giudizi pendenti.

Sono espressamente esclusi: le risorse comunitarie, come i dazi e le accise; l’Iva all’importazione; le somme recuperate per aiuti di Stato; i crediti da condanna della Corte dei conti; le sanzioni pecuniarie di natura penale; le sanzioni per violazioni al Codice della strada (ma per queste ultime la definizione è ammessa ma unicamente in relazione alle somme aggiuntive alle sanzioni).
Se il debitore non paga nei termini una qualsiasi delle rate prescritte, la rottamazione decade, con l’effetto ulteriore che il carico residuo non può più essere rateizzato.

Per informazioni : Federconsumatori Procida Via V.Emanuele 314 (nei pressi di Piazza Olmo) martedì, mercoledì e venerdì 9.30-12\ 16.30-19

Potrebbe interessarti

La Chiesa e la mancanza di vocazioni

Di Giacomo Retaggio Qualche giorno fa mi giunse un messaggio di don Vincenzo Vicidomini, parroco …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.