Home > procida > Procida: Scenari di un possibile terremoto.

Procida: Scenari di un possibile terremoto.

di Francesco Marino

Il dramma dell’Emilia Romagna è sotto gli occhi di tutti. Scene sconvolgenti si susseguono in TV lasciandoci sgomenti. Ancora una volta una calamità naturale colpisce il nostro paese e tutto sembra sgretolarsi e sciogliersi. Eppure l’Emilia Romagna non è una zona di prima fascia di rischio: ed allora? Dobbiamo dedurre che essendo l’isola di Procida e tutta l’area Flegrea fortemente a rischio ci dobbiamo, ragionevolmente, porre alcune serie domande: che cosa accadrebbe se un terremoto colpisse Procida?

La domanda, ovviamente, tende soprattutto a far riflettere coloro che guidano il Comune. Si sa che a Procida c’è un’eccellente Protezione Civile, fatta da volontari, che rappresentano i nostri magnifici angeli custodi ma basterà, in caso di emergenza? C’è un piano di emergenza conosciuto dai cittadini?

Probabilmente a livello regionale si ma, a quanto ci risulta, nessun cittadino è informato in merito, a differenza dei bambini che, quantomeno a scuola fanno le prove su quello da fare in caso di sisma.

Ed allora il Sindaco commissario faccia suo il problema e ci comunichi eventuali piani di emergenza se predisposti.

Da parte dell’opposizione si è mai posta la domanda: Procida è preparata ad un terremoto?

Noi, come voi, facciamo tutti gli scongiuri possibili ma prevenire è sempre meglio che curare dopo.

Intanto la generosa Procida si attiverà sicuramente per aiutare i nostri amici romagnoli ed emiliani.

Potrebbe interessarti

Casamicciola, l’auspicio è che presto le famiglie tornino nelle loro case

di Dino Ambrosino* PROCIDA – La sera del terremoto, le prime notizie dell’evento ci arrivarono …

2 commenti

  1. Franchino Vacca

    Bravo Franco. Sono perfettamente d’accordo con te. E’ vitale avere un piano d’emergenza, ma non solo sulla carta, ma che sia conosciuto e provato sul campo con esercitazioni. Purtroppo il difficile sta nel far entrare nella mentalità della gente quanto sia importante fare le esercitazioni e rispettare le regole, che devono essere chiare e di facile applicazione, in modo da coinvolgere tutti.

  2. …e quali sarebbero le vie di fuga a Procida??? Un elicottero???!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *