Home > Procida: Riccio al 90' gela lo Spinetti

Procida: Riccio al 90' gela lo Spinetti

Una prodezza dell’ex centrocampista del Siena regala la vittoria al Torrecuso

Un’altra sconfitta, contro il Torrecuso, ha subito l’Isola di Procida che nel girone di ritorno ha raccolto la miseria di 3 punti. I casertani, quarta forza del torneo, sono sbarcati sull’isola per conquistare quei punti necessari a coltivare ancora la speranza play – off; successo che ottengono proprio allo spirare dell’incontro con Vincenzo Riccio (ex giocatore tra gli altri del Siena dove conquistò il traguardo della serie A) il quale centra l’incrocio dei pali proprio al 45’ della ripresa e regalando così il bottino pieno al Torrecuso. La partita, giocata a ritmo blando da ambo le squadre vede il primo sussulto al 30’ con Intartaglia che manda di poco al lato un calcio di punizione dal limite dell’area. Sul capovolgimento di fronte è Russolillo ad avere la chance di portare in vantaggio i suoi, ma da pochi passi calcia incredibilmente alto a portiere ormai battuto.  Il vantaggio ospite arriva nel finale di primo tempo con Di Sabato che sfrutta una corta respinta  della difesa isolana e fa 1-0. Il pareggio arriva subito in avvio di ripresa: azione personale di Buongiorno che crossa al centro, colpo di testa di Intartaglia e parata di Romagnini, la palla viene servita sul secondo palo a Costagliola che di testa impatta il risultato.

Il nuovo vantaggio dei casertani avviene al 13′ della ripresa ancora con il numero 10 Di Sabato il quale sfrutta un errato posizionamento difensivo isolano e scattando sul filo del fuorigioco defilato sull’out di sinistra calcia verso lo specchio della porta difesa da Capece che respinge, la palla ritorna proprio sui piedi dell’attaccante ed è 2-1. Il Procida non ci sta a subire inerme l’ennesima sconfitta e si getta all’assalto del pareggio. Su azione di calcio d’angolo Malgieri svetta più alto di tutti e rimette tutto in parità. Al 44’ la clamorosa chance per la vittoria procidana capita sui piedi di Liccardi il quale servito dal ponte di Malgieri a porta spalancata calcia di piatto e la palla si perde incredibilmente alta. L’occasione giusta per gli isolani, rimasti precedentemente in 10 per la doppia ammonizione e conseguente ammonizione di Buongiorno, di portare a casa il bottino pieno. Del gol di Riccio, accaduto giusto un minuto dopo dell’occasione d’oro sciupata da Liccardi già abbiamo detto e lo stesso centrocampista va vicino alla quarta marcatura nel secondo minuto di recupero.  Il finale lascia l’amaro in bocca soprattutto per l’incredibile occasione sciupata dal centravanti isolano che poteva dare una boccata di ossigeno per la classifica isolana. Sabato a Procida c’è il Savoia, capoclassifica indiscussa del girone; portare fieno in cascina sarà ancora più arduo. La lotta salvezza, che nel girone di andata sembrava il traguardo minimo da raggiungere sta diventando sempre più difficile. Inoltre, c’è attesa di conoscere il responso del giudice sportivo su Gladiator – Isola di Procida, i sammaritani reclamano il successo a tavolino per l’assenza sul campo degli isolani i quali rispondono di aver prodotto il certificato della capitaneria che attestava l’ impossibilità a raggiungere la terra ferma per le avverse condizioni meteo marine e quindi il conseguente rinvio della partita che dovrebbe essere la decisione più giusta.

Capece 6,5 Nulla può sulle reti ospiti

Anelli 5,5 Viene schierato terzino e non convince a pieno nel nuovo ruolo

Buongiorno 5 Ingenua la sua espulsione. Rovina una prestazione più che sufficiente

Ambrosino 6 Corre instancabile per 90 minuti, qualche volta a scapito della lucidità. Il centrocampo a 2 non gli viene di certo in soccorso

Franco 6,5 La coppia centrale Franco – Malgieri è garanzia di sicurezza

Malgieri 7,5 Instaura  un duello ad alta quota con Tortora che lo vede spesso vincitore. Il pari è frutto del suo repertorio. Peccato che Liccardi gli sciupi un assist d’oro.

Pirone  5,5 Le doti tecniche non mancano, ma cincischia troppo

Gaveglia 6 E’ il leader del centrocampo isolano, tutti i palloni passano per lui e, lui ne sbaglia pochi

Cerullo 6 Lotta al centro dell’attacco, ma viene servito poco e male. Busiello 6 Dà sostanza soprattutto nella fase difensiva

Intartaglia 6 Prova sufficiente per il capitano che è stato anche sfortunato nelle conclusioni a rete

Costagliola 6,5 Il primo tempo viene dimenticato sull’out di destra e quando prende palla semina qualche avversario. Il primo pareggio isolano è il frutto del suo opportunismo. Liccardi 5 Ha sul piede la palla della vittoria e la manda sul “De Sanctis”. Che peccato!

Cibelli 5,5 La serie nera del Procida continua (va detto, ad onor del vero, che il ciclo era terribile) però i difetti denotati in tutto il campionato non sembrano essere risolti. Ha lasciato molti dubbi Anelli in posizione di terzino ed il centrocampo apparso piuttosto leggero.

Procida: Capece 6,5 Anelli 5,5 Buongiorno 5, Ambrosino 6, Franco 6,5, Malgieri 7, Pirone 5,5(Addeo sv), Gaveglia 6, Cerullo 6(Busiello 6), Intartaglia 6, Costagliola 6,5(Liccardi 5) A Disp: Scotto di Minico Lubrano Siniscalchi Quaranta. All. Cibelli 5,5

Torrecuso: Romagnini, Borzillo, Calabrese, Caruso, Conti, Rillo, Russolillo, Riccio, Tortora, Di Sabato, Giorgione. A Disp. Curcio Mele, Garzone Carnicelli, Formato, Repola, Pedicini. All. Casale

Potrebbe interessarti

Il Procida calcio non cede il titolo e punta al ripescaggio

(c.s.) In merito a quanto scritto su alcuni portali regionali, la società dell’Isola di Procida …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *