Procida: Sempre problematico il diritto alla mobilità

Alla situazione della CAREMAR o CORE.MA, che non ha ancora trovato sbocchi chiari e definitivi, alla sospensione delle corse notturne della MEDMAR ed alle avverse condizioni meteo marine, vere o presunte, che non permettono a traghetti ed aliscafi di effettuare le corse da e per Procida, sia aggiungono, da un lato, i lavori in corso, che occupano due punti di attracco del porto di Marina Grande, dall’altro, la sosta forzata in banchina della M/N Casamicciola, ed il tutto contribuisce a rendere ancora più difficili le manovre e le operazioni di attracco dei mezzi navali cosa che provoca ritardi, anche sensibili, in modo particolare nelle partenze/arrivi dei mezzi tra le 7,00 e le 7,30 del mattino con la folta pattuglia di pendolari particolarmente inferocita per tutto quello che comporta.
Considerato che per la M/N Casamicciola, si prevedono tempi lunghi di riparazione, il Sindaco Vincenzo Capezzuto ed il delegato ai trasporti Pasquale Sabia, anche per far fronte alle esigenze espresse dai cittadini, hanno inviato una nota alle Autorità marittime competenti e alla Regione Campania affinché le linee effettuate dalla M/N Casamicciola in regime di OSP vengano ripristinate al più presto con mezzo sostitutivo.

Potrebbe interessarti

I Figli nel mare di Procida

PROCIDA – Carmela Cibelli, in un commento postato sulla sua pagina Fb scrive: “Ai piedi …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.