Home > procida > Procida: Il Sindaco incontra i Turisti dell’isola

Procida: Il Sindaco incontra i Turisti dell’isola

dino ambrosino 40ggQuando la scrittrice Juliette Bertrand scelse nel 1950 Procida come luogo ideale per le sue vacanze si meravigliò di incontrare gruppi di turisti francesi, i quali fin dall’800 avevano conosciuto l’isola di Graziella grazie al romanzo omonimo del poeta romantico Lamartine.

Poi nel 1954 giunse Elsa Morante, la quale catturata dal mare, dalle coste e dai giardini trovò nell’isola ispirazione per il suo romanzo “l’Isola di Arturo”, il cui grande successo contribuì a far conoscere Procida agli italiani e non solo.

Infine, nel 1994, con l’attore Massimo Troisi che a Procida volle girare quello che poi risultò essere il suo ultimo film “Il Postino” che  vinse l’Oscar per la migliore colonna sonora. Da quel momento l’isola venne conosciuta in tutto il mondo anche come l’isola del Postino.

L’incontro tra il Sindaco Dino Ambrosino e i turisti, che si terrà questa sera alle ore 19.00 in Piazza Marina Grande, «Vuole rappresentare in maniera tangibile un nuovo di intendere il turismo. Non un turismo massificato e di puro intrattenimento – sottolinea Dino Ambrosino – ma che privilegi l’accoglienza, i rapporti, il benessere, la sicurezza e la legalità in ogni suo aspetto, rendendo gli ospiti compartecipi del progetto di risanamento in atto nell’isola, e accettando per questo da loro suggerimenti, idee e proposte che possano contribuire a migliorare la qualità della vita e una creativa  e benefica dimensione sociale durante  la loro permanenza a Procida».

Potrebbe interessarti

Causa divieto di circolazione diminuiscono i fedeli alle messe domenicali

I dispositivi per il traffico veicolari posti in essere dall’amministrazione comunale guidata dal Sindaco Dino …

3 commenti

  1. geppino pugliese

    Escludere

    il popolo procidano da progetti turistici ,o meglio,non condividendolo con essi, è uno sbaglio fondamentale,strutturale.

    se non si ha il consenso della maggior parte dei procidani,in special modo,di quelli che operano nel comparto turistico

    non c’è divieto o proibizione che tenga.

    Il Sindaco cerca un po di consenso tra i villeggianti,ma, penso, ch’è completamente fuori strada

  2. Altro che turisti, l’incontro è stato con quattro persone che di solito siedono in piazzetta…….nulla da togliere……pescatori e vecchietti……….e ognuno a chiedere i propri ………………….

  3. Non essendo residente stabile sull’isola
    non ritengo d’essere chiamata in causa
    per l’operatività del vostro sindaco e,
    dei residenti isolani, ma
    opportuno è chiarire che non si possono operare
    miracoli su un territorio di per se caratteristico
    ed ” esclusivo ”
    tanto da essere definito dagli stessi isolani
    ” snob ” per che racchiuso
    tra sue legittime tradizioni .

    L’isola è valorizzata dal suo essere di piccole dimensioni,
    avvolta a se stessa, pittoresca
    con le sue multicolori abitazioni di artigianale fattura …

    Un paesaggio direi fiabesco ed incontaminato…
    almeno sin che gli stessi residenti
    riusciranno a difenderla, dagli attacchi sconsiderati
    del cosi detto progresso tecnologico ……

    Può un sindaco, anche se di valore,
    opporsi da solo,
    al processo di modernizzazione incalzante
    operato sul suolo da chi,
    forse con maggiori privilegi e potere
    si adopera da tempo
    in senso politico e sociale ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *