Procida. Successo per il corso di accoglienza turistica

Porto di Marina Grande Procida (foto Gabriele Scotto di Fasano)da ildenaro.it – Non bisogna mai dimenticare che, il mondo del lavoro premia alla fine, chi è specializzato, chi ha, quindi, competenze da mettere a disposizione; per questo la formazione è un ingrediente indispensabile ma, che deve tener conto delle aspirazioni e delle passioni dell’allievo e trovargli un pò di spazio, in modo che possa essere gratificato.
La formazione, come si sa è molto, ma, molto importante. L’Associazione Direttori di Albergo, su questa strada riesce a camminare speditamente. Con la collaborazione del Comune di Procida, in modo particolare per espressa volontà del sindaco, Vincenzo Capezzuto, dell’assessore al Turismo Fabrizio Borgogna, della giunta ed il coordinamento dell’ Ing. Mario Rispoli, si sono tenute, nella sala Consiliare del predetto Comune, quattro giorni di formazione per gli addetti ai lavori ed agli studenti del corso alberghiero. Il corso, in due moduli, 8 e 9 aprile e 15 e 16 aprile è stato realizzato, grazie alla presidenza Regionale dell’Ada Campania, e con due autorevoli “Tutor”: il presidente dei Maitre della Campania, Giuseppe di Napoli, ed il tesoriere dell’Ada Campania, direttore Raffaele Volpicelli.
I temi, interessanti, sono stati seguiti con attenzione e solerzia da parte degli “allievi”; il cav. Di Napoli ha trattato, come suo consueto, del servizio nella ristorazione, il servizio del vino e dell’ acqua, il galateo a tavola, cosa fare e cosa non fare, l’accoglienza degli ospiti, conversazione con i commensali, mise en place – galateo, come cambiare piatti a pranzo e a cena, come cambiare le posate, come sparecchiare, come gestire il rifiuto di una bevanda, il menage, la precedenza a tavola nel servire, l’uso corretto delle posate, la disposizione degli ospiti a tavola, i vari menù, il tovagliato e le dimensioni delle tavole, il centro tavola, decorazione della tavola e la scelta dei fiori. Il direttore Raffaele Volpicelli, per la sezione accoglienza ha trattato: Consigli per la prenotazione: la prima impressione é quella che conta: il personale della reception, che risponde alla telefonata di un potenziale cliente, ha, quindi, una grande responsabilità.
Standard alberghieri e normative regionali: legislazione urbanistica, classificazione regionale, acustica, igiene, normative antincendio, tariffe da inviare all’Ufficio del Turismo della Provincia per l’approvazione, le licenze di esercizio, la gestione del personale: libro matricola, paghe contributi.
Standard tecnico operativi: sito web e programma informatico della struttura, telefoni esterni ed interni, wi fi nella hall e nelle camere, stampati e cartaceo vario, dotazione divise, linea cortesia.
Standard comportamentali: approccio con il cliente, orari di servizio, come rispondere al telefono. Insomma qualsiasi azione finalizzata al marketing per far conosce e divulgare il prodotto. Commercializzazione: in attesa della realizzazione del sito, iniziare un azione di “marketing” mirato a secondo il target a cui si rivolge la struttura “business” o leisure”, verificare le offerte della concorrenza e proporre, quindi, condizioni migliori ai nuovi potenziali clienti. Ricevimento: questo reparto deve rimanere aperto 24 ore su 24 e richiede il massimo impegno da parte di tutto il personale: trattasi del cuore dell’ albergo. Cucina e ristorante: devono lavorare in concerto ed interagire nel modo giusto.
Piani: per questo reparto il ruolo della governante è prioritario per la gestione delle camere, la cui dotazione sarà quella prevista dallo standard del reparto. Manutenzione: sarà affidata ad un tecnico in grado di gestire tutto il reparto la cui efficienza è fondamentale per la perfetta gestione del reparto. Economato, persona di fiducia per gli acquisti in piazza. In chiusura si é definita la “customer’s satisfaction” in sei punti: La priorità di una struttura, per poter sopravvivere è costituita dal cliente: “The client is the king” .

*presidente Ada Campania

Potrebbe interessarti

Vannini (Uil Scuola): Il 30 maggio ci giochiamo il futuro della scuola pubblica e statale

PROCIDA – “Con la scuola… a scuola… riparte il Paese”, questo il tema del secondo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.