Home > Pirateria > Procida: "Tutto Ok" dalla Savina

Procida: "Tutto Ok" dalla Savina

di Gennaro Savio
“Stiamo bene. Tutto ok. Ora siamo impegnati in operazioni, non posso stare al telefono ma è tutto a posto. Grazie Grazie, mi scusi…Grazie”.
Con queste parole profferite al giornalista Gaetano Baldi di Libero Reporter, il Comandante Giuseppe Lubrano Lavadera ha ufficialmente annunciato la liberazione della nave “Savina Caylyn” tenuta sotto sequestro dai pirati somali per ben 10 mesi. Ritornano quindi in libertà i 22 lavoratori del mare tra cui cinque italiani e diciassette indiani che per quasi un anno hanno subito una dura prigionia. Tra questi, il Comandante Giuseppe Lubrano Lavadera e l’Ufficiale di Coperta Vincenzo Guardascione, i due marittimi di Procida, l’isola che nei mesi scorsi ha dato vita a imponenti manifestazioni di protesta per chiedere e ottenere la liberazione dei loro compaesani. A parlare per primo con i marittimi liberati è stato ancora una volta il giornalista Gaetano Baldi che per tutto il tempo della prigionia ha tenuto i contatti con la nave sequestrata.

Domenico Savio, Segretario generale del PCIML, oltre a fare gli auguri ai marittimi liberati ha voluto sottolineare le responsabilità politiche che ci sono dietro il lungo periodo di prigionia.

Ora nel nostro Paese si attende il ritorno dei cinque marittimi italiani e a Procida, dopo le proteste dei mesi scorsi, si è pronti a festeggiare il ritorno di Enzo e Giuseppe dopo quello Vincenzo Ambrosino e Gennaro Odoaldo rientrati sull’isola di Graziella nelle settimane scorse dopo sette mesi di prigioni sulla “Rosalia D’Amato”.

Potrebbe interessarti

Targa per i marittimi caduti in mare posta presso la Madonna del Vervece

PROCIDA –Domenica 9 settembre l’Assessore al lavoro marittimo avv. Antonio Carannante, ha presenziato alla posa …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *