francesco marino
francesco marino

Procida volontaria e solidale

operazione primavera loreto scotto di fasanodi Francesco Marino

Procida volontaria e solidale al lavoro. Sono le prime ore del mattino del 6 gennaio quando la “Befana” arriva in via Scipione Brandolini, la strada parallela di via Libertà, dove si trova un noto supermercato dell’isola. La strada, si solito, è molto frequentata, ma il degrado è evidente, ed allora? Viene, appunto, la “Befana” con i volontari dell’Associazione Operazione Primavera, un autentico valore aggiunto per l’isola. Questa associazione di puro volontariato, che conta una cinquantina di persone, per lo più pensionati, che spendono il loro tempo libero recuperando orti abbandonati (producendo verdure a km zero) o sistemando strade, viottoli e spazi verdi dell’isola, tra queste, l’operazione “Callia” che ha ridato a nuova vita gli oleandri collocati lungo la scala che porta a Corricella.

In via Brandolini viene ripulita la strada, eliminate erbacce e rintonacati i muretti, insomma un buon lavoro. Gli abitanti della zona hanno accolto a braccia aperte i volontari offrendo dolci natalizi e panettoni, così come i bambini, svuotate le calze, portano caramelle e cioccolatini.

Loreto, intanto, da contadino vestito, che non ama assolutamente apparire, si gode lo spettacolo dei suoi magnifici volontari che coordinati tecnicamente da Michele Mezzo sono all’opera.

Li vogliamo ringraziare veramente tutti Michele, Antonio, Giovanni, Vincenzo, Paolo e tanti altri.

Oggi è davvero un bel giorno. Si sente in lontananza il campanello di Mimì Calabrese, Babbo Natale, lui che chiede amore e solidarietà.

Grazie di cuore amici carissimi. Anche questa è Procida, unica e irripetibile. Procida solidale.

Potrebbe interessarti

Convocata Consulta delle Associazioni e del Volontariato

PROCIDA – L’Assessore Nico Granito e la coordinatrice Lucia Mameli hanno convocato per il giorno …

Un commento

  1. Con tutte le strade rotte dove inciampo ogni giorno, operazione primavera si elogia su allori che vanno in fumo. La strada Brandolini è una delle strate che è stata sempre molto curata, e quei ” schizzi ” di biaco sfumato nel grigio, giusto per fare, l’hanno resa sbiadita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.