Home > politica > Quale futuro per l’ex Conservatorio delle Orfane?

Quale futuro per l’ex Conservatorio delle Orfane?

palazzo della cultura procidaIl consigliere comunale Nico Granito, nell’ambito delle iniziative tese ad avere risposte dall’Amministrazione circa la regolamentazione di spazi ed aree pubbliche, ha presentato una interrogazione per avere maggiori ragguagli circa l’utilizzo del “Palazzo della Cultura” situato nel borgo di “Terra Murata”.

“Premesso che il Comune di Procida, con delibera n.40 del 23.03.2009, stipulava con l’Università “Suor Orsola Benincasa” un accordo di collaborazione per la realizzazione di un’area “attiva” di carattere espositivo/informativo dedicata alla conoscenza del patrimonio culturale archeologico delle isole di Procida e Vivara decidendo di ubicarla nei locali del pian terreno del Palazzo Comunale della Cultura (ex Conservatorio delle Orfane) sito in Terra Murata; considerato – continua Granito – che già il primo piano del suddetto palazzo è occupato dal 2006, con convenzione stipulata nel 2005 e rinnovata nel 2010 dall’attuale Amministrazione, dall’Università agli Studi di Napoli “Orientale”; considerata inoltre la cospicua presenza sul territorio di associazioni di vario genere, in primis quelle culturali, che volontariamente e gratuitamente si prodigano per lo sviluppo ed il rilancio della nostra cultura;valutata la carenza di spazi comunali da destinare ad iniziative culturali di vario genere (biblioteca, mostre, esposizioni permanenti, e/o di carattere anche museale, etc.);  si interroga per sapere – conclude il consigliere del gruppo “Insieme per Procida” – qual è lo stato attuale del progetto di collaborazione tra il Comune e l’Università Suor Orsola Benincasa; se intende l’Amministrazione Comunale considerare l’ipotesi di integrazione delle iniziative (convenzioni, concessioni, etc.) attualmente in essere presso il suddetto Palazzo della Cultura, con altre iniziative anche, ma non solo, promosse da energie locali per un rafforzamento dell’offerta turistica, culturale e formativa; se intende, qualora fosse fattibile, spostare presso il suddetto palazzo gli uffici di Turismo e Cultura per renderne più proficue le attività.”.

Potrebbe interessarti

Al via la IIa edizione del Festival delle culture e della multiculturalità

PROCIDA –  Da oggi e fino al 28 ottobre l’isola sarà sede della IIa edizione …

Un commento

  1. Ma è vero che per far visitare il Palazzo ai turisti chiedono non so quanto a testa? Spero di NO.

    Comunque sarebbe bene fare un piano ricognitivo della situazione e di quelli.. che ci bazzicano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *