Home > Quell'impercettibile atomo di democrazia: la tua firma

Quell'impercettibile atomo di democrazia: la tua firma

undefined

In 28 giorni sono state raccolte più di 11mila firme. In tutta la regione si sono visti solo i banchetti e i gazebo del MoVimento cinque stelle.

I Partiti con rappresentanza in consiglio e/o in parlamento per legge (fatta da loro) non devono raccogliere le firme.I Radicali le devono raccogliere ma in questo lunghissimo mese si sono solo sporadicamente intravisti.Rifondazione Comunista le deve raccogliere ma in questo bellissimo mese non si è mai vista nelle strade, il movimento per le autonomie mai visti.Movimento sociale con Rauti mai visti.Il Pdl, il Pd-L e IDV, SEL, UDC ci chiediamo se mai sarebbero riusciti a raccogliere le firme, ma firme vere!

Se tutti partissimo dalla stessa linea allora sarebbe diverso molto diverso. Le firme dei cittadini che permettono ad altri cittadini di presentarsi alle elezioni sono la base della democrazia, valgono più dei voti obbligati su due schieramenti, queste firme valgono tutto, rappresentano o meglio sono l’essenza della democrazia, senza queste firme sarebbe l’assenza della democrazia.E’ da queste cose fondamentali che si ricostituisce una società e forse è proprio da qui che la società è iniziata a decadere… da quel puntino che sembrava niente e invece era semplicemente tutto.

In questo mese che dura da cinque anni ci siamo riappropriati del senso della democrazia, del senso delle parole, del senso di giustizia. Ora è ancora di più dentro di noi, lo sentiamo e finalmente lo comprendiamo. E’ importante ricostituire il senso delle cose in una società che ribalta in ogni momento la verità, in una società che si atteggia ad essere società ma non conosce più termine come civiltà e onestà.

Questi giorni fantastici con il sole, con il vento, con la pioggia, hanno ristabilito in noi il senso, quel senso che quando ci si connette dentro profondamente porta lacrime di commozione , quelle belle lacrime che ti riportano al senso semplicemente onesto delle cose, e ti fa vedere e toccare il bello della vita, facendoti in un istanteristabilire i valori e quindi le priorità della vita.

Quando si sente dentro questo modo allora si può andare avanti nelle direzione giusta perché è quel mondo che si vuole vivere e nessun’altro e dentro di noi sarà sempre visibile e riconoscibile ciò che è giusto e sbagliato, ciò che è bello e ciò che è brutto. In condivisione e in rete riusciremo sempre a stabilire il senso delle cose che facciamo, il perché del nostro agire.corriere.JPGIn queste ore nelle cinque province che con orgoglio si chiamano Avellino, Benevento, Caserta, Napoli e Salerno si stanno chiudendo i plichi che domani mattina all’alba andranno nei tribunali.

Questi plichi sono dei veri e propri scrigni che invece di monte d’oro contengono i fondamenti democratici della nostra terra, le nostre anime e la bella malinconia di un sogno di un mondo più bello, sano e giusto per tutti ma proprio tutti.

Loro non molleranno mai, (ma gli conviene?), noi neppure!fonte: http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/campania/2010/02/in-28-giorni-sono-state.html

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *