Il Regno di Nettuno? Tutta colpa dei Verdi

di Sebastiano Cultrera

Il Regno di Nettuno è uno dei peggiori aborti degli ultimi anni. In gestazione da anni, viene poi “partorito” di fretta e alla chetichella negli ultimi giorni del governo PRODI dal ministro VERDE ( di rabbia perchè lo stavano già cacciando) Pecoraro Scanio.

Perchè fece quell’atto frettoloso e sciagurato?

Perchè un gruppo di promotori , appartenenti in massima parte all’ala culturale dell’ambientalismo giudiziario ( quella che abbatte le case, per capirci) doveva avere delle RISPOSTE per aiuti dati in varie circostanze al Ministro (soprattutto elettorali, ma forse non solo).

Buona parte dei comuni di Ischia furono FOLGORATI dalle tesi dei promotori (per amore o per forza).

…com’è noto infatti, gli amministratori dell’isola di Ischia sono sempre stati rispettosi dell’ambiente e del territorio, così come gli albergatori dell’isola e le imprese hanno cura del mare e delle coste ( per esempio mai si sognerebbero di convogliare scarichi irregolari nelle fogne), quindi erano (come dire?) culturalmente succubi dell’ambientalismo giudiziario.

Stava passando quindi, (al Ministero) la tesi, (che si vorrebbe fare passare ancora oggi) che ISCHIA, che voleva il Parco, era sensibile all’ambiente e Procida ( che opponeva resistenze) era dominata da feroci speculatori contro l’Ambiente ( sostanzialmente i pescatori).

Lo spegiudicato disegno per isolare l’isola di Procida è stato portato avanti, nei confronti del ministero e delle potenti lobby ambientaliste dall’asse tra il giudice verde Albino Ambrosio ( che raggiunge lo scopo di fare il presidente del Parco che aveva promosso), il “tecnico” Riccardo Strada ( che diventa Direttore) e il politico Giosi Ferrandino ( che passa a fare il sindaco a Ischia, dopo Casamicciola, e che ne diventa il dominus)

Procida ha sempre contato poco e niente : Il Regno di Nettuno è sempre stato

COSA LORO!

Ma il giocattolo non riescono a gestirlo d’amore e d’accordo : e fioccano tra di loro accuse , recriminazioni , minacce di mandare le delibere di spesa alla Procura della Corte dei Conti! ( ..e altro)

L’afflato ambientalistico dei TRE EROI VERDI si infrange, purtroppo , attorno ai temi riguardanti il vile denaro. Magari ognuno avrà ragione, non metto in dubbio la buona fede ma i fatti ( e gli ATTI) sono questi!

Si capisce subito, quindi , che Il Regno di Nettuno non sarebbe MAI diventato un fattore di sviluppo delle isola ( come predicava qualche buontempone) ma, al massimo, un momento di “spartizione” di contributi pubblici.

Ma poi la crisi economica, i tagli di Tremonti fanno precipitare ancora di più la situazione. I contributi statali in arrivo sono sempre di meno e non c’è spazio per tutte le esigenze in campo. Che fare?

Si cacciano Presidente e Direttore ( che tra l’altro non fanno che darsele di santa ragione anche tra di loro) e si procede ad una gestione direttamente politica con i Sindaci e i loro funzionari.

A quel punto Procida rivendica il rispetto degli accordi . Il Sindaco Capezzuto BATTE IL PUGNO SUL TAVOLO e gli viene concessa la Presidenza pro tempore nella persona del comandante Trotta. Ottima mossa, utile almeno per cercare di capire la situazione.

Naturalmente Trotta verifica che la situazione NON E’ delle migliori ( e il primo a spiegarglielo, per iscritto, è proprio Ferrandino) e tenta di porre rimedio.

Ma Ferrandino e gli ischitani si incazzano : il Parco non era COSA LORO ?

Proprio adesso che avevano liquidato gli Altri ?

Infine TROTTA fa una cosa che da molto fastidio agli ambientalisti d’accatto:

coinvolge il ministero dell’AMBIENTE nella questione .

APRITI CIELO!

Il resto è storia d’oggi.

Cacciano Trotta, e Procida con lui, dal cda.

Si avviano a nominare gli organi di gestione e di controllo per fatti loro.

Ma il ministero dell’Ambiente reagisce e minaccia, in sostanza, il commissariamento senza accordo .

E’ fallito il disegno di passare “ncullo” a Procida come qualcuno credeva, e come erano riusciti a fare nel passato ( ma Cascone non c’era e se c’era …dormiva)

Ora se la ragione prevarrà si potrà trovare un nuovo equilibrio.

Ma tanto per chiudere questo lungo racconto faccio due domande :

Ma siamo sicuri che il commissariamento sia un male?

Ma siamo sicuri che quest’aerea marina non possa essere RIDIMENSIONATA ( e magari spostata nelle zone dove la POSIDONIA c’è veramente) ???

Chi vivra… vedrà

Potrebbe interessarti

ProcidaAmp3

Procida, chiazza in mare: intervento congiunto Regno di Nettuno e guardia costiera, falso allarme

PROCIDA – Nelle scorse ore è stata segnalata una chiazza sospetta, sulla superficie dell’acqua, nella …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.