Home > associazionismo > Regno di Nettuno: attività commerciali penalizzate dall’assenza di regolamentazione per la sosta di imbarcazioni in zona B

Regno di Nettuno: attività commerciali penalizzate dall’assenza di regolamentazione per la sosta di imbarcazioni in zona B

PROCIDA – Alle soglie della nuova stagione turistica la gestione dell’Area Marina Protetta “Regno di Nettuno”, attualmente affidata alla Capitaneria di Porto di Napoli, necessità urgentemente di definire alcune importanti questioni. Questo quello che pone in risalto il presidente della locale delegazione di Casartigiani Maurizio Frantellizzi in una nota inviata al Sindaco  Dino Ambrosino e al Comandante del Circomare T.V. Sabrina De Cuio.
Nella stessa Maurizio  Frantellizzi “rappresenta la grave situazione che si sta verificando e che si aggraverà ancora di più nei prossimi mesi estivi a causa della assoluta assenza di idonea regolamentazione che garantisca, come avvenuto nel passato, e fino all’estate del 2014, la sosta delle imbarcazione in zona B.
Grazie all’iniziativa del Comune la sosta in rada era consentita per 4 (quattro) ore previa segnalazione alla Capitaneria su apposito modulo seguita dalla fatturazione del ristorante prescelto. Stessa modalità veniva concessa a case e strutture recettive mentre chi sostava nei posti turistici doveva avere una sosta minima per poter accedere alle dette aree.

La scorse estate nulla fu attuato di ciò ed alla vigilia della prossima estate sollecitiamo una ferma ed operosa attività amministrativa che porti alla soluzione del problema.

Ci auguriamo che la sensibilità istituzionale faccia cogliere l’importanza della richiesta ed in attesa di cortese urgente riscontro cordialmente si saluta”.

Potrebbe interessarti

Apre a Procida il primo glamping

PROCIDA – (c.s.) Un gioiello realizzato per l’ospitalità di una clientela che voglia coniugare la …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *