Savina Caylyn, ad una svolta. Gli ostaggi in libertà entro un mese.

Sul quotidiano IL MATTINO DI NAPOLI sabato 28 ottobre una notizia che riaccende le speranze e fa presagire davvero una conclusione nel mese di novembre della tragedia dei marittimi sequestrati sulla Savina Caylyn. Sarebbe infatti, scrive Ciriaco Viggiano, vicina a una conclusione la vicenda della Savina Caylyn, la petroliera della compagnia D’Amato sequestrata dai pirati somali l’8 febbraio scorso. È quanto emerge dalla nota trasmessa via mail dai tecnici della compagnia al braccio destro dell’armatore, il capitano Pio Schiano.

Una comunicazione datata 18 ottobre, con un oggetto inequivocabile: «Savina Caylyn – resume service/crew change», ovvero ripristino del servizio e sostituzione dell’equipaggio. Il testo del messaggio parla chiaro: il capo dei tecnici della compagnia invita la società a «programmare un cambio completo dell’equipaggio» per la Savina Caylyn. In altre parole, la fine dell’incubo sarebbe vicina e gli ostaggi sarebbero sul punto di tornare a casa e riabbracciare le rispettive famiglie. Dall’email risulta con chiarezza anche la data in cui il dramma della Savina Caylyn dovrebbe concludersi: «Approximately five weeks from now», 5 settimane a partire dal 18 ottobre.

Leggi il resto dell’articolo qui.

Potrebbe interessarti

Giornata del mare e della cultura marinara: Ischia si prepara per l’edizione 2020

ISCHIA – La sede della Lega Navale di Ischia ha ospitato, martedì scorso, i rappresentanti …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *