Un sagrestano diversamente abile

di rotellapiera@tim.it  

SILENZIOSO, CONCITATO, I COMPITI DI PARROCCHIA T’APPRESTI A COMPIERE…

ANCHE SE UN TURBAMENTO  TI  COGLIE AD  OGNI  MUTAMENTO…UNA SPERANZA CIECA…

CHE ANCORA ALBERGA, NEL TUO MALATO ANIMO…MENTRE SERVI ALL’ALTARE

O, LENTAMENTE..SPEGNI  I NUMEROSI CERI…CARACOLLANDO

O, T’APPRESTI ALL’USCIO…TRA I VOCALIZZI CORALI  CHE T’ACCOMPAGNANO

CON NOTE D’ORGANO  FRAMMISTE A ESCLAMAZIONI GIOIOSE CHE, 

DALL’ESTERNO TI SORPRENDONO…STUPITO…FRA I LUDI…DEI TUOI  INCOSCIENTI E BEATI COMPAGNI …..

Potrebbe interessarti

poesia mare

All’alba

Di Annarosaria Meglio All’alba mi sono messa a contemplare il mare  che è di fronte …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *