Home > Eventi > “UN’ALLEGRA FIN DE SIECLE”, LA WERTMULLER DOMENICA A CASAMICCIOLA

“UN’ALLEGRA FIN DE SIECLE”, LA WERTMULLER DOMENICA A CASAMICCIOLA

lina wertmuller(c.s.) Un festoso e acido viaggio nel Novecento, un secolo di notevole impatto segnato da due guerre mondiali e da brutali dittature, raccontato attraverso l’ottica dissacrante di Lina Job Wertmüller, per la prima volta in scena in questo spettacolo dal titolo “Un allegra fin de siècle”, prodotto da Nando Formisano. Una passeggiata non solo di parole ma anche di musica, con motivi musicali inediti scritti dalla stessa Wertmüller, composti dal maestro Lucio Gregoretti insieme al grande Italo “Lilli” Greco, e interpretati da Nicoletta della Corte, accompagnata al piano da Andrea Bianchi. Uno spettacolo di livello assoluto che approda per la prima volta anche sull’isola d’Ischia: l’appuntamento, infatti, è per domenica 16 agosto alle ore 21.30 nella cornice del Pio Monte della Misericordia, a Casamicciola Terme. L’evento rientra nel cartellone di manifestazioni varato dall’amministrazione comunale ed organizzato da Amca srl, ed è a ingresso gratuito (fino ad esaurimento posti). Si tratta di un recital in cui si alternano i racconti delle figure dei grandi dittatori che hanno martoriato il secolo scorso: da Mussolini a Hitler, da Tito a Pol Pot, per finire a Bin Laden intervallati dalle musiche composte da Greco e Gregoretti, che furono autori delle colonne sonore di molti film diretti dalla regista.
La voce cantante è affidata a Nicoletta della Corte che interviene per commentare con le canzoni, i racconti della Wertmuller. Dall’amore cieco di Eva Braun per Hitler al fumo nero del crollo delle Due torri, sempre attraverso il timbro del disincantato, l’ironia sottile e l’impareggiabile leggerezza e intelligenza di Lina Job Wertmüller. La Wertmuller è una forza della natura, un’avventuriera della poesia, una donna di multiforme ingegno, in continuo mutamento. Regista spregiudicata di film unici nel loro genere, ha diretto anche pièce teatrali, la troviamo qui nella poliedrica veste di narratrice e compositrice di canzoni.
Un racconto divertente, nonostante ripercorra gli eventi di un secolo che di carognate ne ha fatte tante. Questo titolo che sa di can can e di giarrettiere, in realtà racconta tutt’altro. Ma per togliervi la curiosità, dovete venire a vederlo. E credete: è un’allegra fin de siècle.

Potrebbe interessarti

CASAMICCIOLA, SI INAUGURA LA CASA DI BABBO NATALE

(c.s.) Si inaugura, giovedì 17 dicembre, all’interno del Capricho, in Piazza Marina, “La casa di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *