Home > Procida: L'Us Procida impatta 0-0 alla Sanità

Procida: L'Us Procida impatta 0-0 alla Sanità

Foto: Simona Florentino

Il mal di trasferta continua, altri 2 punti persi

di Mario Lubrano Lavadera. Deludente pareggio per l’Isola di Procida che non riesce ad andare oltre lo 0-0 sul campo della Sanità. Altri due punti buttati quindi dagli isolani che non riescono proprio a sbloccarsi lontano dallo “Spinetti”. Preoccupa soprattutto la difficoltà ad andare in gol in trasferta visto che dopo il 5-1 rifilato allo Stasia Soccer alla seconda giornata sono arrivati due soli gol per gli isolani, tra l’altro inutile e su calcio di rigore il primo con Intartaglia nel 3-1 subito in casa del Savoia, e il secondo con Pirone nell’1-1 con il Quarto. Mister Cibelli deve rinunciare agli Under infortunati Esposito e Domenico Ambrosino e recupererà Autiero solo dopo la sosta natalizia. In attacco viene schierato un Liccardi ancora acciaccato dopo la distorsione alla caviglia rimediata a Quarto, Quaranta agisce alle sue spalle con Intartaglia e Pirone esterni. In difesa rientra sulla destra Busiello mentre Buongiorno è confermato sulla sinistra. La Sanità si schiera con ben cinque Under in campo ma la formazione di Mister Tarantino è apparsa molto in difficoltà ed è stata salvata in questo inizio di stagione solo dal campo in terra battuta che penalizza qualunque squadra. Comunque davvero una grande accoglienza ricevuta dal Procida grazie alla correttissima società locale ed al direttore Orlando Stiletti. Parte bene il Procida : all’8’ cross dalla sinistra su punizione di Intartaglia e Pirone, a due passi dal gol, manda incredibilmente alto con il piatto destro. Clamorosa occasione per Valentino Pirone che manda alle stelle una palla solo da spingere in porta. Al 24’ punizione dal limite di Intartaglia ma Martucci respinge con i pugni. Al 38’ triangolo tra Anelli e Liccardi che porta quest’ultimo al tiro ma la conclusione del bomber isolano si perde di poco lontana dall’incrocio dei pali anche a causa di un rimbalzo beffardo del pallone. Al 41’ lungo lancio per Liccardi, Zamparelli in netto anticipo manda la palla indietro al portiere di testa ma prende controtempo l’estremo difensore locale che è costretto a rincorrere la sfera e a compiere un miracolo per salvare il compagno di squadra da una brutta figura e dal più clamoroso degli autogol. A tempo scaduto arriva la prima conclusione della Sanità con Mele che dalla lunghissima distanza manda a lato. Nella ripresa la gara va avanti nello stesso modo. Il Procida attacca per quello che il campo concede ma non riesce proprio a centrare la porta. Al 12’ Intartaglia lancia Pirone a rete ma il giovane attaccante isolano arrivato davanti al portiere in netto anticipo non è pronto nell’agganciare la palla e si fa anticipare dall’estremo difensore ospite. Al 17’ cross dalla sinistra del solito Intartaglia, sul secondo palo arriva Pirone che da ottima posizione calcia al volo di destro mandando la palla a lato con Liccardi che non è lesto nel deviarla in rete. Al 35’ Siniscalchi serve Liccardi al limite dell’area, l’attaccante biancorosso difende la palla dall’attacco di un difensore e calcia di destro di poco a lato. Al 45’ arriva l’ultima occasione della gara : Intartaglia calcia su punizione dai venticinque metri, la palla scavalca la barriera ma è bravo Martucci nel respingere in tuffo. Altro pareggio esterno quindi per il Procida che lascia per strada due punti che si vanno ad aggiungere ai tanti persi in precedenza. Gli isolani stanno mostrando questa grande difficoltà ad andare in gol lontano dallo “Spinetti”. Nota sicuramente positiva è questa striscia di quattro risultati utili che il Procida sta portando avanti dopo la sconfitta di Torre Annunziata contro la capolista Savoia. Sabato allo “Spinetti” arriva un San Sebastiano ridimensionato dopo i primi giorni di mercato, un occasione che il Procida non deve lasciarsi sfuggire per allungare sulla zona playout in vista dell’ultima gara del girone d’andata contro il fanalino di coda Giorgio Ferrini.

NAPOLI SANITA’ 0 – 0 ISOLA DI PROCIDA

NAPOLI SANITA’ : Martucci, Esposito, Di Mauro (26’ s.t. Sito), Palumbo, Zamparelli, Cocchio, Colesanti, Maturo, Mele, Cerullo, Severino (20’ s.t. Peluso). (In panchina Buonocore, Ayari, Spina, Giuliano, Guasco) All. Tarantino

ISOLA DI PROCIDA : Capece, Busiello, Buongiorno, Anelli, Franco, Malgieri, Pirone (22’ s.t. Costagliola), Gaveglia, Liccardi, Intartaglia, Quaranta (8’ s.t. Sinscalchi). (In panchina Fiorillo, Gadaleta, Lubrano, Caldora, Ambrosino) All. Cibelli Francesco

ARBITRO : Tolve di Salerno (ass. Falcone di Salerno e Montagnani di Salerno

NOTE : calci d’angolo 5-2 per il Procida. Ammoniti Anelli (P), Maturo (S). Durata p.t. 47’, durata s.t. 48’. Spettatori 200 circa.

Potrebbe interessarti

Il Procida calcio non cede il titolo e punta al ripescaggio

(c.s.) In merito a quanto scritto su alcuni portali regionali, la società dell’Isola di Procida …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *