Home > Viaggiare al tempo della Decrescita Felice (puntata 4)

Viaggiare al tempo della Decrescita Felice (puntata 4)

di Paolo Merlini – decrescitafelice.it

Autolinee CONTRAM (Consorzio Trasporti Alto Maceratese)

“Quando si disprezza un oggetto, è come se lo si facesse sprofondare nel dolore. E allora non resta che sbarazzarsene, acquisirne uno nuovo, trasformandoci così in consumatori compulsivi. E’ il materialismo che vince la sua battaglia intrapresa in nome dell’indifferenza nei confronti della materia. Uomini che non amate le cose, prendetevene comunque buona cura per non doverne né possedere troppe, né cambiarle in continuazione!” Sylvain Tesson “Baku e l’elogio dell’energia vagabonda” – Excelsior 1881

Le Autolinee Contram sono state una delle mie più piacevoli scoperte.
Da patito dei treni, io sono sempre andato a Macerata e/o nell’alto maceratese, a Castelraimondo o a Matelica, con il treno cioè con la linea secondaria Civitanova – Macerata – Fabriano. Mi sono a lungo tormentato cercando mezzi pubblici per andare in Umbria senza utilizzare le strade a scorrimento veloce e poi ho trovato “la Madre di tutte le linee maceratesi”, la Civitanova – Macerata – Colfiorito – Foligno – Perugia, con una sigla, la corsa numero 261.
La Corsa 261 mi ha aperto gli occhi su una moderna ed efficientissima compagnia di autolinee; ma procediamo con ordine partendo dalla fine, cioè dalla “mitica” Corsa 261.

Tutte le mattine alle 6.30, da Civitanova Marche parte un comodo autobus dal Capolinea di Piazza Cristo Re, a 200 metri dalla Stazione Ferroviaria. Praticamente il Capolinea è sul Lungomare, proprio di fronte alla Stazione Ferroviaria. Il bus “raccatta” passeggeri lungo il viale della Stazione e poi esce dal centro città e si immette lungo la Strada Statale 77 la Val di Chienti.
Il percorso del bus è presto detto: fermando alle numerose paline lungo la S.S. 77, arriva a Macerata alle 7.15 al moderno e funzionale Terminal Pizzarello. Questa autostazione è molto vicina al centro storico e da li transitano tutti i bus della Contram e le altre autolinee che servono la zona tipo la Autolinee Cragnoletti che fa servizio per Cingoli – Jesi e per la provincia di Ancona.

Una interessante autolinea che fa base al Terminal Pizzarello è la SASP di Passo san Ginesio (MC) che fa servizio nei paesi di confine tra le province di Macerata e di Ascoli Piceno
Ma torniamo al nostro bus per Perugia che arriva al Terminal Pizzarello dove lo aspetta la coincidenza per Cingoli e poi continua uscendo da Macerata sempre seguendo la S. S. 77 e fermando, tra gli altri, nei paesi di Pollenza, Tolentino, Polverina. Alle 8.15 si fa una sosta al Motel dell’Agip di Maddalena, nei pressi di Muccia.
Il Motel dell’Agip di Maddalena di Muccia, è un luogo famoso per tutti quelli che attraversano l’Appennino. E’ un punto di sosta “storico” per noi marchigiani che andavamo verso ovest, prima di affrontare le “insidie” del Colfiorito. E’ un posto che amo molto anche perché oltre ad essere un “crocevia della mia anima”, è un punto importante geograficamente parlando. In effetti, tutti gli autobus che passano nella zona, lo utilizzano come fermata e grazie al grande piazzale, è il punto dove prendere le coincidenze. A pochi chilometri si trova Camerino e sempre a pochi chilometri si trova Visso e quindi la Val Nerina che porta fino a Terni.
Ma non corriamo troppo. Continuiamo la nostra corsa 261 per Perugia e poi andremo a Terni passando per Visso.
Al Motel dell’Agip di Maddalena di Muccia ci sono 15 minuti di sosta per un caffè ed è pronta, per chi vuole la coincidenza per Visso.
Dopo un buon caffè il nostro bus inizia a salire verso Colfiorito ed i passeggeri godono del panorama mozzafiato.
Alle 9.15, belli-belli, si transita di fronte alla Stazione Ferroviaria di Foligno (PG) che è nel centro della città. Foligno il nostro bus è in vista della meta e si concede un po’ di Superstrada, tradendo la S.S….. Poco male, perché alle porte di Perugia la linea passa per la Stazione Ferroviaria di Perugia Ponte San Giovanni (fermata a richiesta), prima di terminare la corsa nella centralissima Piazza Partigiani del capoluogo umbro.
Voi direte, ma che c’è di tanto speciale se il bus ferma a richiesta alla Stazione Ferroviaria di Perugia Ponte San Giovanni? Il fatto è che per questa stazione transitano i treni dalla FCU ovvero della Ferrovia Centrale Umbra, ma questa è un’altra storia e ve ne parlerò al momento opportuno.

Riassumiamo così:
06:30 CIVITANOVA MARCHE (Piazza Cristo Re)
06:35 CIVITANOVA MARCHE SAN MARONE
06:36 SANTA MARIA APPARENTE
06:40 MONTECOSARO SCALO
06:45 TRODICA CENTRO
06:47 TRODICA BIVIO MONTE SAN GIUSTO
06:51 SARROCCIANO METANO
06:54 PIEDIRIPA CENTRO COMMERCIALE
07:00 PIEDIRIPA
07:15 MACERATA (Terminal Pizzarello)
07:25 SFORZACOSTA
07:32 POLLENZA STAZIONE
07:40 TOLENTINO (P.Libertà)
07:46 BELFORTE (Borgo S.Maria)
07:55 CALDAROLA (poste)
07:58 BORGIANO BV. (Caccamo)(spaccio)
08:05 SFERCIA (Varano)
08:08 POLVERINA
08:12 PONTELATRAVE
08:15 MADDALENA – MOTEL AGIP
08:20 MUCCIA
08:35 SERRAVALLE DI CH.
08:50 COLFIORITO
09:00 CASENOVE
09:15 FOLIGNO
09:40 S.M.ANGELI
10:05 PERUGIA P.PARTIGIANI

Il biglietto di sola andata per questo viaggio imperdibile, costa solo 9 euro che diventano 10 se il biglietto viene acquistato sul bus. Concludo con la corsa 261 citando la giornaliera corsa di ritorno cioè la Perugia – Civitanova Marche, la corsa 262 che lascia Perugia alle 14.15 per raggiungere Civitanova alle 18.25.
Ma raccontandovi di una corsa “emozionante”, non vorrei tralasciare le tante linee che la Contram offre ai suoi utenti, quindi vi invito ad utilizzare l’ottimo Motore di Ricerca al quale si accede dalla Home Page del sito, cliccando il “bottone” Ricerca Orari.
Facciamo degli esempi: Civitanova Marche – Macerata: 22 corse dirette ogni giorno feriale, durata della corsa 55/60 minuti. Civitanova Marche – Camerino: 7 corse feriali con cambio a Macerata, durata della corsa 2 ore e 40 minuti… e così via, potete sbizzarrirvi.
Io mi permetto di segnalarvi la piacevolissima corsa 2700 cioè la Camerino – Visso – Terni che corre lungo la Val Nerina cioè sulla “mitica” S.S. 209 che costeggia il fiume Nera passando per maglifici borghi (dove il nostro bus ferma) come Triponzo, Piedipaterno, Scheggino, Sant’Anatolia di Narco, Ferentillo.
Per i non telematici, la Contram risponde al Numero Verde 800.03.77.37.
Non c’è tempo di parlarvi dell’imperdibile Camerino – Roma, corsa numero 7.
Un’altra volta, vi parlerò di un portale molto interessante:
http://www.provincia.mc.it/provincia/muoversi.asp?target

Un abbraccio.
Paolo Merlini
(esperto di vie traverse)
merlini.paolo@gmail.com

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *