Home > Vivara > Vivara. Assessore Carannante: il comitato di gestione adotti subito atti concreti

Vivara. Assessore Carannante: il comitato di gestione adotti subito atti concreti

PROCIDA – Le tante questioni che riguardano la piena fruizione della riserva naturalistica di Vivara, tale da rappresentare un effettivo elemento di crescita economica per la comunità isolana, ritornano di attualità in modo particolare perché, nonostante negli ultimi anni ci sia la volontà politica di rendere l’isolotto accessibile ai tanti cittadini, procidani e non, che lo vogliono visitare, tra burocrazia, vera o presunta, e problematiche d’ogni genere, non sembra mai trovarsi la strada di una efficienza completa.

Da questo punto di vista registriamo l’ennesimo intervento dell’assessore, con delega a Vivara, avv. Antonio Carannante: «In riferimento all’ennesima chiusura di Vivara dei giorni scorsi – dice Carannante –  apprendo dalla stampa della dichiarazione del Direttore tecnico della Riserva naturale che farebbe riferimento a delle “linee guida” del piano di gestione. Si tratta di linee guida di anni fa, peraltro non condivise. Il Piano di gestione di Vivara (come del resto accade per tutte le Riserve d’Italia) non prevede nessun obbligo di far accompagnare i visitatori da soggetti diversi dalle guide (già formate per il pronto soccorso e con corso antincendio), e prevedere altre disposizioni significa solo ingessare l’accesso al pubblico.

Non per spirito polemico – continua l’assessore Carannante –  ma occorre precisare che oggi la Riserva è gestita da un Comitato con qualche componente assente da anni, e che non si riunisce da quasi 6 mesi. Per la struttura tecnica vi è solo un Responsabile, peraltro in pensione da diversi anni. Nonostante ciò, durante il nostro mandato, pur di tentare di migliorare il funzionamento della Riserva, abbiamo sempre lealmente collaborato col Ministero e il Comitato stesso mettendo anche a disposizione due dipendenti comunali e finanche offrendo la sede operativa presso l’isola di Procida (oggi si trova in una strada di Napoli presso la Stazione Centrale). Ma purtroppo nulla si è mosso.

A ciò aggiungo che da circa un anno, nonostante l’espresso invito del Ministero, lo stesso Comitato non ha rinnovato i suoi componenti. A questo punto – conclude Carannante – non si può più rimanere inerti. Oggi ci aspettiamo atti concreti a stretto giro e ogni eventuale confronto dovrà avvenire su questi presupposti.  Vivara non può restare chiusa».

Nel 2002, come si ricorderà, con decreto ministeriale 24/06/2002 (pubblicato in G.U. n. 225 del 25/09/2002), l’isola è diventata una riserva naturale statale nonché sito di importanza comunitaria e zona di protezione speciale nell’ambito della rete Natura 2000, il cui presidente dal 2006 è l’imprenditore napoletano Maurizio Marinella.

Potrebbe interessarti

I “Profumi di Procida” all’HOMI Fashion&Jewels di Milano

PROCIDA – Si presenta ricca di eventi la prima edizione di HOMI Fashion&Jewels, il nuovo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *