Home > abbattimenti > Abbattimenti riprende la battaglia

Abbattimenti riprende la battaglia

abbattimenti case procidaL’appuntamento è per mercoledì prossimo a Casamicciola Terme

 RIPRENDE LA BATTAGLIA POPOLARE CONTRO GLI ABBATTIMENTI DELLE CASE DI NECESSITA’: MERCOLEDI’ 25 FEBBRAIO 2015 ALLE ORE 18.00 A CASAMICCIOLA TERME PRESSO L’EX CAPRICHO DI CALISE INCONTRO-CONFRONTO ORGANIZZATO DA DOMENICO SAVIO

 di Gennaro Savio

Nei Comuni dell’Isola e della regione Campania, continuano a pervenire, da parte dello Stato capitalistico, richieste di informazioni sugli abusi edilizi di necessità abitativa per avviare il procedimento di demolizione a spese del condannato all’abbattimento se non provvede all’autodemolizione. Sulla triste vicenda il centrodestra ha solo fatto vergognose campagne elettorali e raccolto immeritati consensi, mentre il centrosinistra non smette di perseguire le povere famiglie lavoratrici, che sono state costretti a costruirsi abusivamente la casa per viverci.

Il Partito Comunista Italiano M-L guidato da Domenico Savio sin dal 2008 si batte accanitamente per una soluzione politica del problema da parte del governo e del parlamento, ma sino ad oggi non ha ottenuto il necessario consenso degli interessati alla demolizione e della parte più sensibile e altruista della popolazione, in genere si è preferito l’inganno elettorale, il voto agli imbroglioni di turno, il suggerimento interessato di taluni a stare calmi e rinunciare alla lotta politica e sociale e l’illusione di poter risolvere da soli il problema.

Così sino a questo momento siamo stati tutti fregati dai partiti di governo presenti in parlamento, da quei partiti che la stragrande maggioranza dei cittadini colpiti dall’ordine di abbattimento ha purtroppo votato e seguito. Questi stessi partiti non soddisfatti di distruggere, con la demolizione della propria casa, l’esistenza di decine di migliaia di famiglie campane, nelle settimane scorse hanno persino legiferato in parlamento di infliggere una sanzione amministrativa pecuniaria di importo compreso tra 2.000 e 20.000 euro a ogni singolo abuso edilizio e reiterabile in caso di mancata demolizione. Anziché consentire la regolarizzazione dell’abuso di necessità abitativa lo hanno ulteriormente sanzionato: Vergogna!!!

Ora è giunto il momento di svegliarsi, di prendere coscienza della tragica realtà, di abbandonare e condannare i partiti e i loro eletti e candidati in parlamento, alla regione e nei Comuni perché responsabili di questo dramma, di riorganizzarsi e di riprendere la lotta per il diritto alla casa. E così Domenico Savio, Consigliere comunale di Forio e Segretario generale del Partito Comunista Italiano M-L, sulla dolorosa vicenda, di particolare rilevanza sociale, ha organizzato per mercoledì 25 febbraio 2015 un incontro-confronto che si terrà a partire dalle ore 18.00 a Casamicciola nei locali dell’ex Capricho de Calise in piazza Marina. All’importante iniziativa oltre alle famiglie colpite dall’ordine di abbattimento e alla cittadinanza, sono invitati anche tutti gli operatori dell’informazione.

Potrebbe interessarti

Sabato 31 Marzo Consiglio Comunale. Si parla di TARI, problemi edilizi e abbattimenti

PROCIDA – Il Presidente del Consiglio Comunale, avv. Antonio Intartaglia, ha convocato una seduta straordinaria …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *