Home > Altra sconfitta per il Procida Calcio

Altra sconfitta per il Procida Calcio

di Mario Lubrano Lavadera. Siamo alle solite! Dopo aver sfiorato la grande impresa interna contro il Savoia, il Procida è ritornato a deludere. Ma la cosa che preoccupa è che se in altre occasioni gli isolani avevano dimostrato di essere quanto meno alla pari rispetto agli avversari, giocando viso a viso fino al 90’ e perdendo poi o per distrazioni o per mancanza di cattiveria, questa volta i biancorossi hanno evidenziato un preoccupante stato di forma dal punto di vista sia fisico che mentale. Il Procida ha letteralmente dominato nella prima mezz’ora giocando un gran calcio, passando in vantaggio e sfiorando clamorosamente il raddoppio con Pirone ma si sono completamente fermati dopo aver preso il gol dell’1-1. Cibelli ora dovrà risollevare i suoi dal punto di vista del morale e bisognerà allenarsi con impegno e voglia per uscire da una situazione che ora sta diventando davvero preoccupante. Il tecnico isolano deve rinunciare allo squalificato Malgieri, all’influenzato Esposito e a Cerullo, alle prese con un’infezione che lo tiene a letto già da dieci giorni. Confermato l’undici anti-Savoia fatta eccezione per Addeo, che prende il posto di Esposito a destra, e Buongiorno, schierato a sinistra con Franco centrale al fianco di Busiello. Il San Giorgio fa affidamento sulle folate di Pascucci sull’out di destra e sulla grande vena realizzativa di Imparato. Gli isolani partono alla grande illudendo i tifosi accorsi al “Paudice” di poter regalare loro un’altra soddisfazione dopo quella di Sabato scorso. Al 6’ Liccardi riceve al limite dell’area e calcia di destro ma Loffredo blocca. Quaranta e Pirone sugli esterni dimostrano inizialmente di essere molto attivi ed Intartaglia con il suo sinistro riesce a lanciarli con una certa continuità. Al 13’ azione sulla sinistra di Pirone, palla a Liccardi che si accentra leggermente portandosi la palla sul destro e fa partire un bolide che termine la sua corsa nell’angolino alla sinistra di Loffredo. E’ un grande gol quello di Vincenzo Liccardi che porta il Procida in vantaggio. La strada sembra in discesa per gli isolani che continuano a giocare un ottimo calcio mentre il San Giorgio sembra in netto affanno. Al 32’ straordinaria azione sull’asse Pirone-Intartaglia sull’out di sinistra, il capitano biancorosso serve sul destro dello stesso Pirone una palla solo da spingere in rete a due metri dalla porta ma l’attaccante ex Quarto e Pianura calcia debolmente tra le braccia del portiere fallendo la più clamorosa delle occasioni. E’ l’episodio che cambia decisamente il volto della partita. Due minuti dopo Busiello sbaglia l’intervento e lancia Imparato a rete, l’attaccante del San Giorgio supera Capece e riporta la gara sul risultato di parità. Dopo questo gol subito gli isolani avrebbero potuto sicuramente continuare a giocare come stavano facendo cercando di ritornare in vantaggio ma reagiscono come se quello subito fosse stato il gol del 4-0 e non dell’1-1. I biancorossi si deprimono clamorosamente e si sciolgono in appena nove minuti subendo addirittura tre gol. Al 41’ Imparato crossa dalla sinistra, la difesa isolana è immobile e Pascucci di testa insacca alla sinistra di Capece. Ma non è finita : al 44’ è lo stesso Pascucci a calciare in diagonale con il sinistro dal limite dell’area con la palla che si insacca ancora alle spalle del numero uno biancorosso. Un San Giorgio in difficoltà clamorosa per trentacinque minuti si ritrova quindi alla fine del primo tempo in vantaggio per 3-1. Davvero preoccupante il calo psicologico del Procida dopo il gol dell’1-1 : i biancorossi hanno dimostrato di non aver la forza di reagire nonostante la partite fosse tutt’altro che persa. Nella ripresa gli isolano non danno mai l’impressione di spingere sull’acceleratore ed il San Giorgio controlla con facilità. Al 6’ ci prova Bianco di testa ma Capece blocca. Al 20’ tiro da fuori di Casillo ma è ancora attento il portiere isolano. Al 31’ azione personale di Rigione che arriva al limite e calcia di sinistro con la palla che si perde a lato. Al 37’ ci prova invece il Procida con Pirone che sulla linea di fondo evita un avversario ma si fa chiudere al momento del passaggio vincente. Due minuti dopo arriva il poker del San Giorgio : Imparato viene lanciato in profondità, si inserisce in mezzo alle maglie della difesa isolana, salta Capece e deposita la palla nella porta vuota. Dilaga il San Giorgio che nei minuti finali amministra il vantaggio. Il Procida ci prova al 42’ con un colpo di testa del giovane Lubrano che si perde alto. Al 44’ è invece Pirone a provarci con un tiro a giro che si perde fuori mentre al 47’ l’ultimo tentativo è di Gaveglia che calcia tra le braccia del portiere. Il Procida perde quindi in malo modo evidenziando ancora una volta grandi limiti caratteriali. Gli isolani ora dovranno puntare tutto sulle quattro partite interne contro Vis San Nicola, Quarto, Sanità e Giorgio Ferrini per arrivare alla quota salvezza. Bisogna rimboccarsi le maniche e lavorare per evitare un incubo mai vicino come in questo momento.

SAN GIORGIO 1926 4 – 1 ISOLA DI PROCIDA
SAN GIORGIO 1926 : Loffredo, Esposito G., Incarnato (40’ s.t. Santoro), Musella, Esposito E., Piccolo (26’ s.t. Rigione), Pascucci, Casillo, Imparato, Bianco (6’ s.t. Esposito F.), Cucciardi. (In panchina Paparo, Tammaro, Sannino, Esposito S.) All. Matrullo Carmine

ISOLA DI PROCIDA : Capece, Addeo (9’ s.t. Costagliola), Buongiorno, Anelli (42’ p.t. Lubrano P.), Busiello, Franco, Pirone, Gaveglia, Liccardi, Intartaglia, Quaranta (9’ s.t. Ambrosino). (In panchina Lubrano S., Autiero, Siniscalchi, Caldora) All. Cibelli Franco

ARBITRO : Festa di Avellino (ass. Galluccio di Avellino e De Angelis di Caserta)

RETI : 13’ p.t. Liccardi (P), 35’ p.t. Imparato, 41’ p.t. Pascucci, 44’ p.t. Pascucci, 39’ s.t. Imparato

NOTE : calci d’angolo 4-4. Ammoniti Musella, Cucciardi (S), Quaranta, Busiello (P). Durata p.t. 46’, durata s.t. 49’. Spettatori 200 circa.

Potrebbe interessarti

Il Procida calcio non cede il titolo e punta al ripescaggio

(c.s.) In merito a quanto scritto su alcuni portali regionali, la società dell’Isola di Procida …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *