Home > Assoutenti: Perchè bisogna cambiare i nuovi orari.

Assoutenti: Perchè bisogna cambiare i nuovi orari.

Vi proponiamo quelle che sono le proposte di ASSOUTENTI  relativamente alle modifiche del quadro orario CAREMAR e MEDMAR per i collegamenti da e per le isole del golfo di Napoli.

A) la perdita delle due corse traghetto da Ischia (ore 7:00 e 13:55) e, quindi, per Napoli (ore 7:40 e 14:35) e la soppressione, nel periodo scolastico, della corsa da Napoli delle ore 9:10, con conseguente attesa di oltre 4 ore, dopo la partenza delle ore 6:25 c’è solo quella delle 10:45. Le conseguenze di tali modifiche:

1° danno economico viene dalla soppressione dello scalo a Procida della corsa traghettoCAREMAR delle 13:50 da Ischia; essa costringe gli Utenti ad un maggior sacrificio economico, di cui non si comprende assolutamente la ragione!Inaccettabile la soluzione di assicurare lo scalo a Procida solo in caso di sospensione delle corse veloci, atteso che queste sono successive. Occorre ripristinare lo scalo a Procida del traghetto CAREMAR delle 13:50 da Ischia.

2° danno ecomonico per le tariffe: la MEDMAR pratica tariffe per i veicoli al seguito superiori a quelle della CAREMAR (dell’ordine del 20/25%). Tale penalizzazione non può essere assolutamente tollerata per cui si chiede alla Regione di imporre a MEDMAR l’immediato allineamento delle tariffe.

3° danno per l’Utenza di Procida riguarda i criteri d’imbarco dei veicoli. Mentre CAREMARassicura una riserva di posti per i veicoli in partenza da Procida, non risulta che MEDMAR faccia la stessa cosa. Si chiede alla Regione di imporre a MEDMAR l’allineamento dei criteri d’imbarco veicoli.

4° danno economico riguarda lavoratori e studenti pendolari di Procida costretti a pagare il biglietto traghetto a MEDMAR sebbene in possesso di abbonamento veloce. Ciò perché MEDMARnon riconosce l’abbonamento veloce che riguarda altra tipologia di unità. L’assurdo è che in caso di sospensione delle corse veloci gli Abbonati U.V., oltre ad arrivare a Napoli in ritardo, devono pagare anche il biglietto nave: una vera beffa! La Regione deve imporre a MEDMAR il riconoscimento dell’abbonamento u.v. degli altri Vettori.

5° danno é per l’intera economia dell’Isola: a seguito della soppressione della corsa traghetto da Napoli delle ore 9:10 gli Utenti, dalle 6:25 alle 10:45, sono costretti a viaggiare a tariffa veloce, più onerosa di quella traghetto. La Regione deve assicurare una corsa traghetto intermediaper evitare un vuoto di oltre 4 ore.

B) l’aggiunta delle corse CAREMAR per e da Pozzuoli alle ore 8:00 e 9:00 costituiscono un raddoppio inutile delle corse OSP già previste alle ore 7:50 e 8:55!!!

La destinazione “Pozzuoli” della corsa CAREMAR delle 7:20 da Ischia e delle 8:00 da Procida, è dunque incompatibile con i Servizi Minimi di Procida. Tali corse rivestono una certa utilità solo nel contingente periodo in cui le corse Procida-Pozzuoli delle 7:50 e Pozzuoli-Procida delle 8:55 non sono effettuate per la revoca della concessione alla soc affidataria, risultata inaffidabile. La soluzione é l’assegnazione a mezzo gara pubblica di tali corse ad altro Vettore in possesso dei necessari requisiti. Gara che la Regione deve bandire immediatamente.

Potrebbe interessarti

Scala (F.I.): Pullman fermi, l’EAV ha abbandonato Procida

PROCIDA – Giornata infausta per il trasporto pubblico su gomma come ci dice il commissario …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *