Home > Bracconaggio: Gru uccisa a fucilate contigua al Parco Nazionale del Vesuvio.

Bracconaggio: Gru uccisa a fucilate contigua al Parco Nazionale del Vesuvio.

LIPU COMUNICATO STAMPA – Un altro gravissimo episodio di bracconaggio che colpisce specie protette. La LIPU denuncia l’uccisione di un esemplare di gru, colpita da un’arma da fuoco e ritrovata ancora viva nel Comune di Terzigno (NA), in un’area contigua al Parco Nazionale del Vesuvio.
 
Grazie a una segnalazione giunta al 1515 del Corpo Forestale dello Stato, l’animale, che potrebbe essere stato colpito in un’altra zona rispetto a quella di ritrovamento, è stato portato dai volontari dell’associazione Kronos di Napoli al Centro Recupero Animali Selvatici della Facoltà di Medicina Veterinaria dell’Università di Napoli Federico II, che si trova presso il Presidio Ospedaliero Veterinario dell’Asl 1 – Napoli centro.
 
La gru però è deceduta a causa delle gravi lesioni alle sacche aeree (i polmoni degli uccelli), anche perché ritrovata a distanza di almeno due giorni dal ferimento.
“Condanniamo con forza questo gravissimo episodio – dichiara Fulvio Mamone Capria, presidente LIPU – e chiediamo alle forze dell’ordine un controllo severo del territorio per impedire e prevenire tali atti. Un grazie ai volontari della Kronos che si sono prodigati per salvare l’animale, ennesima vittima della follia e dell’inciviltà dell’uomo”
3 aprile 2012
 
UFFICIO STAMPA LIPU-BIRDLIFE ITALIA

Potrebbe interessarti

Procida: Dai pali all’ombrellone il passo è breve per Meret e Marfella

PROCIDA – Il Lido Bar Annamaria a Pozzovecchio, ubicato a due passi dalla famosissima spiaggia …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *