sciopero trasporti nazionale
sciopero trasporti nazionale

Campania: Confermato sciopero regionale di 24 ore dei trasporti marittimi e terrestri.

Saranno due giorni (28 e 29 ottobre 2012) da bollino rosso per il trasporto pubblico terrestre e marittimo.

Nessuna risposta positiva dall’Assessore Regionale ai Trasporti alle questioni sollevate dal sindacato, in particolare:

1. TPL e Indotto: grave è il ritardo nel riordino del sistema, alla carenza di risorse economiche si aggiunge una mancanza di strategia complessiva per l’intero settore, con l’assenza di un piano di rete che punti in Campania all’integrazione ferro-gomma.

E’ evidente il dissesto economico di molte aziende, ormai sull’orlo del fallimento (vedi CSTP e EAV BUS). Ancora nessuna novità per la nomina del commissario per il Gruppo EAV-ferro, che ha il compito di ristrutturare il debito delle aziende per evitarne il fallimento.

La crisi economica del Comune di Napoli e di altri Enti locali si ripercuote fortemente sulle rispettive aziende di proprietà, determinando un quadro di forte incertezza per il futuro.

Le risorse economiche derivanti dai contratti di servizio non sono assicurate con regolarità alle aziende, mettendo a rischio i servizi e le retribuzioni dei lavoratori del settore e dell’indotto.

 

2. Trenitalia Trasporto Regionale: la decisione dell’Assessore Vetrella di ritenere nullo il contratto di servizio con Trenitalia Campania, rifiutandosi di pagare i relativi corrispettivi, comporterà il taglio di circa il 50% del servizio ferroviario locale, con forti ripercussioni occupazionali per i lavoratori.

 

3. Caremar: la mancata erogazione degli 8 milioni di Euro, deliberati dalla Giunta Regionale Campania, sta comportando il mancato pagamento delle retribuzioni ai lavoratori e gravi difficoltà gestionali all’azienda, che non è in grado di pagare i fornitori per la manutenzione delle navi.

Inoltre, il processo di privatizzazione, voluto dall’Assessore Regionale ai trasporti, non garantisce i livelli occupazionali e salariali dei lavoratori.

Modalità dello sciopero:

Lunedì 29 ottobre 2012 – TPL e Appalti TPL

-Personale Esercizio: 24 ore (fatte salve le fasce di garanzia)

-Amministrativi e Impianti fissi: 24 ore (intera prestazione lavorativa).

Per delibera della Commissione di Garanzia, che ha ravvisato “il mancato rispetto della regola della concomitanza”, è escluso dallo sciopero il servizio extraurbano su gomma.

Dalle ore 21,00 del 28 ottobre alle ore 21,00 del 29 ottobre 2012

Trenitalia – Direzione Passeggeri Regionale Campania.

Dalle ore 00,01 alle ore 24 del 29 ottobre 2012 – Garantendo i servizi minimi previsti

Caremar: Personale Naviganti e Amministrativi

Lavoratori, partecipiamo compatti allo sciopero.

Le segreterie FILT-CGIL, FIT-CISL, UILTRASPORTI, UGL-T

Potrebbe interessarti

Regione Campania: Procida Capitale della Cultura 2022, finanziamenti per 2.230.000 euro

PROCIDA – Nella giornata di ieri la Giunta della Regione Campania, unitamente ad altri provvedimenti, …

Un commento

  1. e come al solito chi ne paga le conseguenze sono i lavoratori. Disastro annunciato qualche anno fa con l’entrata in vigore dei tagli lineari.Ma dove è quel signore che ha varato questi provvedimenti non si sente più è preso sicuramente con i suoi bunga bunga e noi paghiamo le pene come lavoratori e come viaggiatori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.