cs Procida FEAMP foto
cs Procida FEAMP foto

Procida, un documentario per la due giorni europea del mare

cs Procida FEAMP foto
cs Procida FEAMP foto

A Procida cinema per il mare con «Il futuro NELLA tradizione»

Il cinema per raccontare la pesca e la sostenibilità delle azioni del Fondo Europeo per gli Affari Marittimi (FEAMP) a Procida. Piazza Marina Grande, venerdì 1°dicembre ore 10:00 tavola rotonda «La cura del mare», sabato 2 dicembre ore 12:00 cooking show

A Procida la pesca è un mondo. L’intero comparto ittico rappresenta, infatti, un fondamentale asset economico ed uno dei capisaldi su cui si reggono tradizioni, modi di dire, organizzazione sociale e approcci alla vita. Una caratteristica che, unita alla “scala ridotta” rende quest’isola – e le isole in generale – delle naturali incubatrici sociali che conservano il passato e preparano il futuro. Dall’incontro tra passato e futuro, tra le conoscenze degli anziani sulla cucina tradizionale in relazione alle stagioni – che in mare che arrivare fino a sei – e la voglia di “restanza” dei giovani cuochi isolani, nasce il documentario «Il futuro NELLA tradizione».

Prodotto dalla Cooperativa Ar.Tu.Ro-Procida TV e diretto dallo sceneggiatore e film-maker Cristiano Esposito è parte di un progetto che prende il nome dall’omonima iniziativa sulla pesca del Comune di Procida, finanziato dal Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca (FEAMP) e promosso da Regione Campania e Ministero dell’Agricoltura, della Sovranità Alimentare e delle Foreste che verrà presentato sull’isola flegrea, in Piazza Marina Grandevenerdì 1°dicembre alle 10:00 con la tavola rotonda «La cura del mare» con amministratori, scienziati, giornalisti e cineasti e sabato 2 dicembre alle 12:00, con il cooking show di antiche ricette di mare, rivisitate da sette chef dell’isola.

Due le misure legislative regionali motore dell’iniziativa: la 1.43 che intende ridurre le microplastiche a mare, sostituendo le cassette in polistirolo con altre a rendere, riusabili e rintracciabili, perché fornite di microchip e la 5.68 che vuole preservare la biodiversità, promuovendo il pescato diversificato, commercialmente meno appetibile e a miglio zero.

Per cominciare a scrivere una nuova storia nel nostro rapporto col mare.

Una storia di mare e di vento, dal sapore di sale. Pronta a prendere il largo per un futuro pieno di memorie.

Contattihttp://www.curamare.itcuramareprocida@gmail.com,

Spot Socialhttps://www.youtube.com/watch?v=BA0jAQHrTVM&t=65s

Ufficio Stampa: Simona Pasquale/EsseCcì Scripts; simona.pasquale@gmail.comessecciscripts@gmail.com, 334.3224441

Potrebbe interessarti

blank

Procida: Il Comune proroga al 31 dicembre 2024 le concessioni demaniali

PROCIDA – Anche per il 2024 non sono previsti i bandi e saranno salvaguardate le …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *