Home > Comunicati Stampa > La casa editrice Nutrimenti sbarca a Procida

La casa editrice Nutrimenti sbarca a Procida

nutrimentiLo scorso 22 aprile si è tenuto un incontro presso la libreria Nutrimenti, in via Roma, sede che sarà inaugurata ed aperta al pubblico il 3 maggio alle 18.00. I libri non erano ancora sugli scaffali e il cantiere era ancora aperto ma un gruppo di insegnanti di tutte le classi e di operatori culturali procidani si è confrontato con gli editori di Nutrimenti Andrea Palombi e Ada Carpi e con il libraio Danilo Petrucci sul significato che la libreria dovrà avere per l’isola. Infatti, nonostante l’indubbia competenza dei professionisti che la gestiranno coadiuvati brillantemente da Natalia Ambrosino, la libreria non sarà un’attività stagionale legata, esclusivamente, al turismo ma anche e sopratutto un servizio messo a disposizione della Procida che legge e che ama discutere e confrontarsi, al suo interno e al suo esterno. Il proposito dei promotori, decisamente ben accolto dagli interventi della riunione, è di fare della libreria Nutrimenti un polo culturale, invitando scrittori e artisti ma anche tecnici della navigazione a confrontarsi con il pubblico a cadenza bimestrale. Nutrimenti è una casa editrice che si occupa del mare con una sua importante sezione ad esso dedicata e tra le ambizioni della libreria procidana ci sarà quella di pubblicare e distribuire a livello nazionale una collana di materiali su Procida.     

Potrebbe interessarti

“Procidani si nasce ed io lo nacqui” di Giacomo Retaggio. Questa sera al Marina di Procida

PROCIDA – “Procidani si nasce ed io lo nacqui” così, in questa calda estate del …

18 commenti

  1. Basta con questa libreria….ancora deve aprire già mi sembra la “feltrinelli”

  2. I SOLITI ANONIMI CHE NON HANNO IL CORAGGIO DI METTERCI LA FACCIA……LA CULTURA E’ IL PANE QUOTIDIANO DI CHI VUOLE NUTRIRSI DEL SAPERE E DEL CONFRONTO……..EBBENE LA LIBRERIA NON HA ANCORA APERTO E ALLORA QUAL’E’ IL PROBLEMA PER LEI CHE NON SI FIRMA?

    • Nessuno , mi sembra che lei invece stia esagerando e continuando a tessere le lodi per qualcosa che ancora deve dimostrare niente. Questa è la saccenza di chi crede che un libro faccia la differenza. E’ vero che leggere libri è importante, ma è altrettanto vero che chi li legge non sempre ne capisca il contenuto o sia capace di trasmetterlo ad un altro. A me sembra che questa libreria sia partita con il piede sbagliato. Nel senso che chi la sta creando si sia messo già una spanna al disopra degli altri. Alla fine è un esercizio commerciale non è cultura gratuita al servizio delle persone. State impostando un impresa commerciale e niente più, non siete i salvatori “dell’isola Ignorante”.
      Un po di umiltà per favore!!!!!!!!!!!

  3. MI SEMBRA CHE LA SACCENZA STIA DA TUTT’ALTRA PARTE SE NON DA CHI ACCUSA ALTRI DI SACCENZA…..LA CULTURA, PURTROPPO NON E’ GRATUITA, MA E’ ALTRETTANTO VERO CHE CHI LEGGE, ANCHE PAGANDO DI TASCA PROPRIA,CERCA DI ELEVARSI ALMENO CULTURALMENTE E FORSE CRESCE ANCHE IN EDUCAZIONE MOSTRANDO RISPETTO PER LE ALTRUI OPINIONI, MA A VISO APERTO E NON NASCOSTO DIETRO UNO PSEUDONIMO

    • Mario, io ho deciso di rimanere anonimo ed è chiaro dal Nik che ho scelto …ma Mario può essere chiunque non è che tu abbia scritto nome e cognome . E poi io non ho offeso nessuno. Comunque rimango della mia idea che chi legge non è detto che sappia trarre valore da ciò che è scritto.
      Alla fine anonimo o no cosa avrò detto di così sconvolgente.

      La libreria ancora non ha iniziato ad esistere per noi consumatori e quindi non è valutabile il suo “valore”.

  4. beh a questo punto credo che ci sia ben poco da aggiungere…….se non ci si rende conto di come si affronta un argomento e/o come si critica un certo modo di fare, credo che la presunzione stia da tutt’altra parte……mi dispiace contraddirla, ma i popoli sono cresciuti con il sapere da qualunque parte esso venga, a pagamento o meno, purchè sapere

    • Io abbandono la discussione, mi dispiace ma proprio non riesco a capire cosa dice! Ripeto io ho detto solo che ancora deve aprire la libreria e già se ne parla come una cosa formidabile e che a procida non è mai esistita ecc. Nessuno ha messo in dubbio che la cultura non costi o non debba costare. Anzi io penso che i libri dovrebbero far guadagnare all’autore ( e non all’editore) molto di più. La ringrazio per lo scambio di idee e le auguro una buona serata.

  5. Non voglio esprimere una opinione

    perchè non so ancora bene come questa attività potrebbe riuscirci a Procida ,un isola che più che “nutrirsi ” di libri si nutre,e, da sempre,di pesci e di navi .

    I pochi esercenti che hanno aperto questo mercato(anche i giornali) hanno dovuto arrendersi e cambiare prodotto(le cioccolatine,le patatine..)

    Trovo assurdo anche l’apertura della bottega che vende gli strumenti musicali: Per carità, mi fa moltissimo piacere che si fanno nuove iniziative commerciali,quello che trovo strano è la loro allocazione a Procida,notoriamente conosciuta come un’isola che ,se anche deve comprare, un paio di scarpe va Napoli perchè risparmia.

    Si deve vedere bene che c’è sotto…. finanziamenti statali,europei,o.. altro…

    spero che sia non sia cosi, ma solo ” MECENATISMO”…

  6. Giancarlo Di Marco

    mi domando veramente come si fa ad essere cosi ottusi, e come dire che le possibilita di cultuira non servono a niente ( ma forse studiare un po la storia servirebbe a quialcosa) e naturalmente ci sono quelli che avrebbero preferito una nuova sala giochi ( vero signor geppino e il signor finito…) la bottega che vende strumenti musicali e una bella cosa perche permette di aprire un mondo nuovo a giovani interessati di creare un posto dove agregarsi e parlare di musica ( come mai nessuno si lamenta del napoli club ma poi di una libreria e un negozio di strumenti musicali, che per procida hanno un effetto simili : permettono di incontrare gente con gli stessi interessi in uno spazio relale e non virtuale e si spera di creare nuove possibilita nei diversi campi per i procidanio e sopratutto per i giovani procidani……. e per quanto riguarda il signor geppino forse la libreria vendera anche qualche libro di marineria in inglese cosi che le nuove leve possano passare il patentino piu facilmente……….

    • Caro Giancarlo, ma chia ha detto che come dici tu :che le possibilita di cultuira non servono a niente ( si scrive possibilità e cultura). Io ho solo espresso una semplice osservazione e cioè: LA LIBRERIA NON E’ ANCORA APERTA E GIÀ’ LA SI PARAGONA ALLA SALVEZZA PER L’IGNORANZA PROCIDANA.
      Come al solito voi pseudointelletuali non vedete mai più al di la del vostro naso. La verità che sono disgustato dal modo in cui credete di essere migliori degli altri…………..diamo il tempo a questa libreria di aprire i battenti e vedremo cosa cambierà in questa isola.

      Buonasera a tutti e buona lettura a chi legge e capisce cosa legge!!

      • Giancarlo Di Marco

        mister finisci non mi confondere! io non credo in nessun modo che sia migliore di altri, tu hai le tue opinioni io le mie!!! e secondo me e meglio un negozio di strumenti musicali e una libreria che un sala giochi, se tu sei di altro parere e comunque affare tuo ma da parte mia secondo me non hai capito gran che ( secondo me!!) e a me vanno bene le opinioni oneste., purtroppo a procida ci sono troppe opinioni di parte e contro parte che non hanno niente a vedere con quello che succede realmente, E poi nessuno a parlato di ignoranza procidana ma di avere le possibilita di arrivare alla cultura!!! e da quando hanno tolto la nave di mezzanotte non si puo neache andare al teatro o al cinema a napoli

        • Chiudo qui e mi pento di aver replicato. Cmq dimmi dove avrei detto che una sala giochi è meglio di una libreria ti prego……….perchè io non ho detto niente di tutto questo e due sono le cose o sono impazzito o stai leggendo un altro blog.

          Dove l’ho scritto??????

          • Giancarlo Di Marco

            no l’ hai scritto, come io non ho scritto di essere meglio di altri…… io noto solo che quando aprono le sale giochi nessuno dice niente e qiuando aprono le librerie tutti si scagliano contro ( notare contro la libreria e non forse contro quanche comento che non gli va….) ti auguro un buon resto di domenica

  7. Sta a sentire

    Sig. Di Marco,è tempo che c Lei esca dall’anonimato,non puo pensare di farla franca e di dire pregiudizi gratuiti su persone che Lei non è nemmeno degna di nominare.

    Esca dal tunnel e si palesi per quel ch’è ,ti assicuro che ti farei di tuttii colori ( a parole,logicamente.
    Lei è un bambino, non ha palle e si nasconde dietro un dito.

    Non ti permettere mai piu di far illazioni su di me ,non te lo permetto. Per ora mi fermo,se no potrei .

    continuare…

    Lei non ha rispetto per le opinioni altrui,è un antidemocratico,superficale a dare giudizi, perchè non conosci le persone.

    appalesati con il tuo vero nome cognome e poi parli,che ti faccio nero…

    • Giancarlo Di Marco

      carissimo signor GEPPINO P. anche lei senza cognome….. (anche se si sa chi e..) l’ unica cosa che io ho detto che forse lei preferisce una sala giochi! e per questo lei mi vuole fare nero……..ora io protrei fare molte osservazioni su questo modo di pensare e volere fare…. non le faccio e lascio a lei il piacere di pensarci….. e cosa c’e di antidemocratico nel preferire un negozio di strumenti e una libreria di libri di mare a una sala giochi?? Forse perche la cosidetta democrazia italiana ci guadagna di piu a tassare la sala giochi???

  8. non la finisco !

    EVVIVA le librerie e/o chiunque resista vendendo libri … ABBASSO slot , scommesse,video poker, ruba soldi e

    rovina famiglie !!!!

  9. evviva tutti! abbasso le slot e sala gioco!

  10. il Cerusico di Mare

    ho appena sentito al tg3 l’annuncio della inaugurazione con le seguenti parole che mi hanno fatto rimanere sbigottito: …….ci sarà l’inaugurazione della prima libreria a Procida…………….

    PRIMA LIBRERIA??????????????????????????

    Non ci posso credere…..adesso fate capire che Procida non ha mai avuto una libreria!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Certo non saranno grandi come la Feltrinelli, ma tutte le piccole librerie che ci sono e che ci sono state mi hanno sempre procurato i libri che ho chiesto……………

    SIETE VERAMENTE ……………………………..meglio stare zitto!!!!!!!!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *