Home > Turismo > Procida: Libera il divertimento e… metti mano al portafoglio

Procida: Libera il divertimento e… metti mano al portafoglio

festa bambini a pagamentoChi questo pomeriggio del 25 aprile ha portato i propri bambini al Centro Polivalente in via Salette, ha di certo ricevuto una bella sorpresa. Infatti il tanto pubblicizzato evento organizzato dal Comune di Procida nella fattispecie dal delegato al turismo Giuseppe Giaquinto, ha dovuto sborsare ben 8€ a persona per parteciparvi. Ovviamente è giustissimo che un servizio, anche se del Comune, debba essere pagato, ma il problema sta nel fatto che in tutte le promozioni effettuate dall’Ente Locale sfugge il piccolo particolare di informare prima quanto è il prezzo da pagare. Le mamme infatti, giunte sul posto con i bambini, non hanno potuto far altro che pagare un salatissimo biglietto per un po’ di pane e nutella. Come si legge su Facebook, più di qualcuno si è lamentato anche per la festa del carciofo, dove sono stati elencati i ristoranti che partecipano all’iniziativa culinaria senza specificare dove si pagano 15 e dove 20€.

Potrebbe interessarti

Procida: Marina Corricella apre un nuovo ristorante dallo stile bohemienne

PROCIDA – “Il Pescatore” inizia la sua avventura gastronomica l’8 agosto 2018 nel pittoresco scenario …

9 commenti

  1. chi ha scritto questo articolo?bene si firmi,perchè è di una sporcizia assurda.
    Io sono stato personalmente alla festa,e devo dire che si sono divertiti tutti,si critica sempre l’anonimato dei commenti,ma sugli articoli?
    Comunque,nonostante anch’io sia scettico sulla politica del nuovo delegato al turismo,trovo pretestuoso un argomentazione simile…..se il comune di roma patrocina il concerto dei Rolling Stones,non vuol dire che ti ci paga anche il biglietto(tra l’altro sul volantino il comune non è neanche menzionato).
    Credo che i bambini meritino di divertirsi,e viva Dio se ogni tanto ci dobbiamo “appizzare una cosa di soldi”,vorra dire che compreremo un pacchetto di sigarette in meno,o mettero meno benzina nell auto.
    Torniamo a fare i genitori.

    • GRAZIE la verità è che si è sparato a zero per colpire qualcuno o qualcosa che non è la festa e non è l’associazione,la disinformazione fatta dai media è terribile,è cattiveria e fango gratuito sul lavoro serio,onesto e soprattutto di assoluto volontariato dei ragazzi delle associazioni,quanto è volgare tutto ciò vergognatevi e cambiate mestiere

  2. Non sono d’accordo. L’evento si è svolto su un’area pubblica da parte di una associazione privata. Mi sta bene che io come genitore pago €8 a questa associazione per portare mio figlio a divertirsi, però chiedo ma questa associazione ha pagato il suolo pubblico al comune? Ha pagato per il noleggio dell’area? La risposta e’ no! Allora questo non mi sta bene. Si è fatto lucro su una zona pubblica facendo pagare i proprietari di quella zona, cioè i cittadini. E’ come se io do a un privato casa mia per organizzare una festa e poi io proprietario mi viene chiesto di pagare il biglietto! Vergognatevi, Guaquinti in primis.

      • Il Cerusico di Mare

        Non siamo noi che ci dobbiamo informare………………sono le associazioni che per legge devono essere trasparenti in ogni cosa che fanno. Sarebbe bello conoscere la finalità per cui ogni associazione è nata, magari creando un registro facilmente consultabile da chiunque così da conoscere le finalità e i componenti delle varie associazioni a cui il comune spesso riconosce il suo patrocinio. Se poi le associazioni hanno altri fini e devono nascondere clientelismi vari o manie di protagonismo di “presidenti” vari allora continuiamo cosi………..MA ACCETTATE LE CRITICHE QUANDO VI VENGONO FATTE ….ANZI CERCATE DI SPIEGARCI BENE TUTTO.

      • Carissima Maria,
        ovviamente hai capito chi sono. Volevamo inserire il vostro evento del primo maggio nel nostro modesto blog, giacché scriviamo articoli da “sporcizia assurda”. Se ci fate avere la locandina saremo onorati di pubblicizzarla. Ovviamente siamo certi che laddove l’ingresso non fosse gratuito verrà evidenziato il contributo da riconoscere all’associazione.

        Sperando di aver fatto cosa gradita, restiamo in attesa.

  3. Ha ragione michele qui non si fanno gli articoli senza firma. Vogliamo sapere di chi è Il Procidano! Inoltre a noi non ci piace leggere fino alla fine del sito dove si dichiara nome e cognome dei responsabili. michele si che non è anonimo e si capisce! Da cosa? Dal nome… michele!

    Ok mi sono lasciato prendere la mano con michele.
    Volevo solo dire che l’articolista si riferisce alla mancata informazione sul prezzo del biglietto e basta. Per quanto mi riguarda sono d’accordo con lui su tale punto. Ovviamente che ben vengano le associazioni di giovani e il loro preziosissimo lavoro svolto qui sull’isola. Anzi 8€ sono stati pure poco per quanto hanno offerto. Purché lo si dichiari prima soprattutto se l’evento viene sponsorizzato dal Comune di Procida. Come? Ah il buon Peppino ne ha approfittato solo per appuntarsi una medaglia sul suo petto?!? A vabbè allora ditelo.
    Firmato
    michele…ovviamente!

    • michele PORTA via lingua 15

      ho messo cognome e indirizzo,se vuoi ti do il cell cosi ci vediamo da vicino caro michele,sarei proprio curioso di guardarti in faccia,ma lo so,sarebbe troppo rischioso,le elezioni sono troppo vicine…..io ci metto la faccia,se non mi conosci pazienza,navigo e ho 2 figlie e 43 anni,TU CHI SEI??????

  4. Procida: isola del mediterraneo dove ci sono più associazioni che associati, dove le associazioni fanno molte cose per i bambini (ma il tornaconto è un altro),dove le associazioni vengono create per far si che qualcuno possa fregiarsi della denominazione di presidente……………..

    to be continue

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *