Home > Ischia > Collettiva di Presepi a Forio

Collettiva di Presepi a Forio

presepe ischiadi Gennaro Savio

Sono oltre cento le opere esposte nell’ex Bar Elio dove il “Comitato Forio per il Presepe” ha organizzato una collettiva di presepi realizzati da artisti foriani e isolani.  La collettiva sta attirando l’attenzione di residenti e turisti che in questi giorni a centinaia stanno facendo visita ad una mostra più unica che rara in quanto vede esporre, contemporaneamente, artisti che utilizzano i materiali più disparati per realizzare le proprie opere tra cui il burro, il ferro, il vetro, la plastica, il legno e tanti materiali riciclati come un televisore in disuso  trasformato in presepe da Raffaele De Maio e in cui il gioco di luci è regolato dalla manopola con cui si riduceva e aumentava il volume e un vecchio comodino divenuto un presepe multipiano grazie ai cassetti tenuti aperti e addobbato da Davide Trofa. Straordinari anche i suggestivi e particolarissimi presepi realizzati in tronchi d’albero trovati sulle spiagge o in montagna e il maestoso Torrione, simbolo storico-architettonico per antonomasia del Comune di Forio, ricavato dal polistirolo dal Maestro Franco Vito D’Ambra. Particolarmente apprezzate sono le opere di Tonino Montagna i cui carretti e le riproduzioni di palazzi antichi, sono talmente perfetti e curati nei minimi particolari da sembrare veri. E che dire dei presepi mobili che sembrano volteggiare come giostre? Sono una vera rarità. Oltre a quadri, bassorilievi e pastori magistralmente  vestiti con abiti d’epoca, molto significative sono le opere realizzate dai bambini delle scuole. Gli alunni dell’Istituto Comprensivo “Vincenzo Mennella”, oltre ad enormi pannelli che coi loro colori vivacizzano le pareti, hanno riprodotto il Fungo che campeggia nel mare di Lacco Ameno mentre quelli della Scuola Materna “Aniello Regine” di Forio hanno proposto un presepe costruito interamente con bottiglie e tappi di plastica riciclati. Straordinariamente significativo è il presepe realizzato da uno studente non vedente della stessa Scuola Media Santa Caterina da Siena. Gli alunni della scuola elementare di Forio “Luca Balsofiore”, invece, hanno costruito, tra l’altro, dei grossi pastori di ceramica di ottima fattura. Hanno contribuito alla realizzazione della mostra oltre all’Associazione “Luca Brandi” e ai centinaia di bambini delle scuole, oltre settanta artisti che sarebbe impossibile citare tutti anche se ognuno di loro lo meriterebbe. Gerardo Calise, uno dei promotori della mostra, si è detto molto soddisfatto per l’affluenza di persone che da giorni visitano incessantemente la mostra.

Potrebbe interessarti

Casartigiani informa: pagamento SIAE differito al 31 Ottobre per i comuni interessati da evento sismico

PROCIDA – Casartigiani informa che la SIAE ha rinviato al 31 ottobre 2018 i termini …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *