Home > Coppa America: Paolo Graziano, Presidente Industriali di Napoli è ormai il Portavoce del Sindaco De Magistris?

Coppa America: Paolo Graziano, Presidente Industriali di Napoli è ormai il Portavoce del Sindaco De Magistris?

Comunicato VAS del 26.01.2012
Sì, siamo a questo punto: è il Presidente degli Industriali, Paolo Graziano, che spiega sulla stampa le arcane, assurde motivazioni del parere favorevole del Ministero dei Beni Culturali sulla non validità del vincolo su Via Caracciolo – che vieta ogni opera a mare e a terra – perché si tratterebbe di un evento straordinario, e che ci racconta le incredibili ricadute, proprio così, di immagine, economiche, di qualificazione cementizia di via Caracciolo e della Villa Comunale, del miglioramento della vivibilità e quanto altro si voglia aggiungere: altro che Beni Comuni: il Mare, la meravigliosa via Caracciolo con l’immenso suo panorama, la Villa Comunale con i suoi incommensurabili valori naturalistici, storici, culturali, la qualità urbana, la mobilità, la vivibilità appartengono alla società ACN realizzata ad hoc per le preregate con i soldi quasi tutti pubblici, ma gestita dal Presidente della Unione industriali, che detta totalmente le regole e crea il pressing adeguato per ogni passaggio di autorizzazione e di immagine.
Naturalmente le scelte dovrebbero essere del Sindaco di Napoli, che fa parlare Il Presidente degli Industriali, da ritenere perciò il Suo Portavoce!
Ancora più naturalmente il Presidente della Unione degli Industriali porta avanti gli interessi della sua categoria, che mai come nel caso in esame sono totalmente opposti a quelli della Città.
Ancora, ulteriormente naturalmente, il Sindaco, peraltro già Magistrato, approva il pericolosissimo percorso inventato dal politologo professore Lorenzo Ornaghi, non si sa per quali meriti culturali fatto Ministro dei Beni Culturali, per cui i vincoli ambientali, archeologici, storici, paesaggistici, non valgono per eventi straordinari; il Sindaco così ignora totalmente le proposte, le critiche e le osservazioni di tantissimi cittadini napoletani, di Associazioni come la nostra dei VAS o di Napoli Punto a Capo per citarne due tra le infinite altre, delle Assisi della Città di Napoli e del Mezzogiorno d’Italia (quella della storica figura di Gerardo Marotta), di grandi Personalità della Cultura e della Università e non si confronta neanche nella sede del Consiglio Comunale per spiegare le assurde, incredibili scelte!

Però in compenso sabato attiverà il “Forum dei comuni per i beni Comuni” Da quanto avvenuto a Napoli per la Coppa America, ma purtroppo non solo per essa, l’obbiettivo di fondo sembra essere chiaro: Realizzare un Protocollo Nazionale per consegnare i Beni Comuni alle Unioni degli Industriali locali ed alla Confindustria della Marcegaglia perché ne facciano quello che vogliono, ovviamente nei loro interessi.

Nicola Lamonica., Coordinatore VAS Campania
Ermete Ferraro, Portavoce Circolo VAS Napoli.
Antonio D’Acunto, Presidente Onorario VAS Campania

Potrebbe interessarti

Sindaco Ambrosino: Un poco alla volta li stiamo beccando tutti

PROCIDA – Sul fronte del deposito “abusivo” di rifiuti in alcuni tratti di strade dell’isola, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *