Home > racconti > Credici e basta!

Credici e basta!

di Annarosaria Meglio

In un giorno di luglio seduta in riva al mare sconsolata ed amareggiata buttavo sassolini tanto per far qualcosa.  Ero assente, anche se intorno a me c’era tanta gente, bella, allegra….si divertivano. Pensavo….solo io sono sfortunata, per tutto quello che mi era successo. Ero arrivata quasi a cinquant’anni, senza sogni, senza nemmeno pensare di realizzare qualcosa che mi facesse svegliare da quel sonno che non mi stava più bene. Volevo uscirne fuori, certo avevo un buon lavoro, buona retribuzione, ero un’impiegata modello sempre precisa e attenta. In ufficio tutti mi volevano bene, pensavo e mi dicevo che forza per loro ero un tappabuchi. Mi alzo e cammino sulla sabbia rovente e ad un tratto un megafono che annunciava una gita in barca esplorando la costa.  Non so cosa scattò in me che andai a fare quella gita con persone di ogni età, ragazze con chitarre che cantavano felici ed anch’io mi divertivo. Feci delle simpatiche conoscenze che mi invitarono a casa loro in qualche serata estiva. Promisi di andare ma non andai. Appena misi piede a terra il mio umore tornò più insicuro che mai. In ufficio le mie colleghe facevano progetti per le prossime vacanze…… costumi, creme, vestiti e altro……Io mi scocciavo solo ad ascoltarle, finché un giorno arrivò per me una chiamata. Stupita di chi potesse essere a chiamarmi risposi, ma ero certa che avessero sbagliato numero, invece era proprio un amico conosciuto sulla barca. Salve, mi dice si ricorda di me? Sono Riccardo……non so perché il mio cuore sussultò. Certo che mi ricordo, gli dissi e lui continuò dicendo: Siccome devo andare a Firenze per lavoro, una quindicina di giorni, vorrei invitarla a passare le sue vacanze con me.  Rimasi ammutolita, senza voce in gola, lui Riccardo, quel bell’uomo voleva passare le vacanze con me? Ero frastornata e non rispondevo……Allora lui mi disse: Ci sei? Hai perduto la voce? Scusami sono molto stupita di questo invito……Dai credici e basta e parti con me. Grazie ti farò sapere. Posai la cornetta e tutte le mie colleghe mi dicevano: Non vai? Ma io ero talmente confusa che non sentivo nessuna di loro. Dopo avere bevuto un po’ d’acqua mi rilassai. Chi ti ha chiamato? Dai Serena sputa il rospo. No. ragazze nessun rospo anzi una cosa bellissima: vado in vacanza a Firenze. Loro furono felici per me e chiesero chi è, lo conosciamo? Penso proprio di no……poi ve lo presenterò,…anzi ragazze datemi qualche suggerimento sui vestiti che dovrò acquistare, ne capisco molto poco…. Ti accompagno io disse Marta, bene, grazie ma non so se dovrò andare. Dai dai credici e basta, il treno passa una sola volta….. Vai e prendilo a volo e buone vacanze. Per la prima volta volevo crederci e basta e parti.

Potrebbe interessarti

Fratelli d’Italia: Questa amministrazione è un vero disastro per il settore edile

PROCIDA – A distanza di pochi giorni il partito della Meloni, rappresentato a Procida dal …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *