rosario stornaiuolo
rosario stornaiuolo

DIRITTO AL TRASPORTO: Federconsumatori Campania batte in tribunale Caremar. Obbligo di adeguare la flotta per i disabili in 12 mesi

PROCIDA – Importante battaglia vinta da Federconsumatori Campania in tribunale contro Caremar. L’associazione di consumatori aveva portato due anni fa davanti ai giudici del Tribunale di Napoli la compagnia di navigazione accusandola di non garantire il diritto alla mobilità delle persone disabili negli spostamenti da e per l’isola di Procida. La Federconsumatori regionale ha abbracciato la battaglia della signora Milena Aurelio che attraverso la Federconsumatori di Procida – Avv. Ambrosino Daniela e  i suoi legali Felice Petillo e Mara Di Carluccio ha fatto valere le sue ragioni nelle opportune sedi, arrivando alla storica pronuncia di oggi che obbliga la Caremar a rendere l’intera flotta “a misura di disabile” in non più di 12 mesi. “Riconoscendo la condotta discriminatoria di Caremar – spiega il presidente di Federconsumatori Campania Rosario Stornaiuolo – viene confermato anche da un punto di vista giuridico e legale che la compagnia di navigazione di fatto non permetteva ai disabili di utilizzare autonomamente le sue navi. Una situazione imbarazzante nel 2020, che dimostra anche che il diritto alla mobilità è ancora lontano dall’essere raggiunto. Ce n’è ancora di strada da fare prima che questo cambio culturale venga recepito da quanti dirigono le aziende di trasporto pubblico”.
La sentenza, sono convinti da Federconsumatori, è destinata a fare storia “perché crea un precedente – spiegano gli avvocati Di Carluccio e Petillo – che adesso non può essere ignorato anche nelle altre isole”. “Dal nostro canto – conclude Stornaiuolo – non cederemo di un centimetro dalla battaglia per uguali diritti per tutti. Nel terzo millennio queste situazioni non sono più tollerabili”.

 

Potrebbe interessarti

comune di procida 2

Raglia (Fp CGIL): Incontro positivo con l’Amministrazione comunale

PROCIDA – Lo scorso 9 settembre, si è tenuta una riunione della delegazione trattante di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *