A Procida non si ferma la caccia illegale

caccia foto greenme.itMentre su tutto il territorio nazionale da decenni è imposto il divieto assoluto di caccia da gennaio a settembre, sulle isole del Tirreno l’assenza di adeguati controlli lascia spazio a frequenti atti di bracconaggio anche a danno di specie protette, ed ecco che su Procida, Ischia e Ponza  in primavera sono immancabili denunce e sequestri di armi a danno di incoscienti sparatori.
L’alba del primo maggio è stata salutata, a Procida, da numerosi spari di fucile che incalliti bracconieri ancora rivolgono all’ avifauna selvatica in questo periodo in migrazione verso i luoghi di nidificazione. L’intervento delle Guardie Venatorie Volontarie della LIPU nel pomeriggio dello stesso giorno in località Cottimo, ha permesso di individuare e denunciare all’Autorità Giudiziaria un bracconiere, già noto, che ha anche inscenato la fuga scomparendo dai luoghi di caccia.

Potrebbe interessarti

rifiuti area

Martedì 31 dicembre sospeso il conferimento rifiuti

PROCIDA – Il Comune informa che in occasione della festività di Capodanno, per la tutela …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *