Home > cronaca > Il Divieto di circolazione è una decisione anticostituzionale

Il Divieto di circolazione è una decisione anticostituzionale

di Geppino Pugliese

PROCIDA –Invito i procidani tutti a mobilitarsi x un ricorso al TAR contro l’iniqua, anticostituzionale, sciagurata, ordinanza n. 74 del responsabile della polizia municipale, che, su imposizione del Sindaco, ha letteralmente cancellato il diritto fondamentale costituzionale della libertà di circolazione. Diritto,che può essere violato, solo ed esclusivamente, quando sussistono reali e comprovati pericoli sociali, quali raggiungimento limiti inquinamento atmosferico ed acustico o in caso di  eccezionale evento (tipo Pasquetta o Processione del Venerdi Santo ) che può portare  a un eccessivo sovraffollamento. A mio parere, letto le motivazioni della delibera che fanno riferimento a un eccessivo numero di persone in un contesto viario precario,e,quindi, pericoloso socialmente, debbo constatare che se c’è pericolosità sociale dalle 19 alle 24, lo è altrettanto dalle 00.00 alle 19,00. Sì capisce benissimo ch’è una misura solo demagogica e CONTRO IL POPOLO PROCIDANO.

Purtroppo, noi procidani abbiamo una Amministrazione che, oltre a MASSACRARE I PROCIDANI,
privandoli pure dei diritti fondamentali, è letteralmente incapace ed arrogante.
Invito le persone sensibili a questo problema a organizzarsi e intraprendere la via  di un RICORSO AL TAR che cancelli  o sospenda immediatamente quest’ordinanza iniqua e illegale.
Faccio presente che ove si volesse persistere in questa direzione anti-procidana DENUNCEREMO tutte le nefandezze che ci sono:  servizio pubblico dei bus,vetusto e contro legge, mancano in alcune vetture i più elementari requisiti di sicurezza.  
Siccome le strade,come si legge nell’ordinanza, sono strette e prive di marciapiedi,e,quindi pericolose per il pedone CI DEVE ESSERE L’OBBLIGO DEL SENSO UNICO DI CIRCOLAZIONE ANCHE  PER I MEZZI PUBBLICI che devono rispettare, altresi ,i limiti di velocità ,e DEVONO funzionare x tutta la durata del divieto,cioè fino a mezzanotte.

Potrebbe interessarti

Procida: Inaugurate le panchine letterarie

PROCIDA – Questa sera in occasione sella prima delle due serate finali della XXX edizione …

9 commenti

  1. Diritto solo per i motorizzato per i pedoni niente!!!! Che ogni giorno si mangiano tons e tons di m…..

  2. michele carabellese

    GEPPINO ANCORA CREDI CHE IL POPOLO PROCIDANO SCENDE IN PIAZZA X IL DIVIETO .BHO ,METTI UNA BELLA MANGIATA IN PIAZZA A COSTI BASSISSIMI E VEDI COME CORRONO A MIGLIAIA ,ANCHE I MORTI VIVENTI ARRIVERANNO
    ,POI SE METTONO I DIVITI E’ COLPA DI CHI CI HA GOVERNATO PRIMA CHE NON CI HA SAPUTO ADEGUARCI ,ORA SONO I PALADINI DELLA SICUREZZA
    SCS ,MA UN SEGRETARIO COMUNALE PUO ESSERE ANCHE RESPONSABILE DELLLA POLIZIA MUNICIPALE ? NON ME NE CAPISCO DI LEGGE CHIEDO LUMI

  3. Forse andava solo anticipato alle ore 17.00 .vogliamo fare turismo e poi quando vengono non possono camminare a piedi,guardare le vetrine e fare la spesa.Credo che i commercianti con un’ora di divieto non muoiono di fame ,anzi e’ il contrario:infatti in alcune localita’ balneari con divieto di circolazione gli esercizi commerciali rimangono aperti piu’ a lungo perche’ c’e piu’ gente che gira per le strade.
    E’ da sottolineare che i veicoli che circolano son solo quelli di noi procidani.I turisti passegiano e spendono.

  4. Vorrei ricordare inoltre che non è mai entrata in vigore una tariffa taxi per residenti, i quali grazie a queste anticostituzionali decisioni ne traggono dei vantaggi personali, forse è questo il vero interesse nel vietare la circolazione?

    • Signor Ciro, condivido il suo messaggio….stamane ho fatto 2 tratte a Napoli in taxi…..di 4.5 km cadauno….ho pagato 8 euro e 50 centesimi ciascuna con tanto di ricevuta….a procida essendo residente non prendo quasi mai il taxi….cmq ho Saputo che per tratte di 2 km circa chiedono dai 12 ai 15 euro e senza ricevuta alcuna…..mi sembra molto molto esagerato……l’amministrazione dovrebbe agire da calmiere…super partes.

  5. I toni sono, al solito, barricaderi da Masaniello sfiatato. E perciò lasciano il tempo che trovano e sono solo capaci di spegnere qualsiasi dibattito serio sulla circolazione motoristica.

  6. Mi piacerebbe tanto

    incontrare questo ” miki”…. e fare un giro insieme e vedere questa fiumana di gente che gira sotto il sole dopo le sette di sera a fare shopping

    per quanto mi riguarda io scendo la sera alle otto da P.Olmo a M. Grande ,quello che vedo è la ” DESERTIFICAZIONE TOTALE ” sia delle strade che dei negozi.

    Forse il pseudonimo ” miki ” ha visto un film che solo Lui vede….

  7. Sig. pseudoninmo “Sandrino ”

    io forse ,come dice,sbagliando ” ,sarei un Masaniello sfiatato,non sapendo proprio niente del personaggio.

    ma un pseudonimo che non ha nemmeno il coraggio di firmarsi con nome e cognome ,non merita nemmeno di essere preso in considerazione da me,per la “PICCOLEZZA ” ch’è , oltretutto etichetta persone di poca serietà senza neppur lontanamente conoscere la mia persona.

    SI VERGOGNI E CHIEDI SCUSA

  8. GEPPINO PUGLIESE

    Signori

    lettori dell’articolo,e siete in parecchi,più di mille e quattrocento,

    vi ringrazio x la lettura

    ma sono ENORMEMENTE DISPIACIUTO

    perchè mi aspettavo ,con tutti questi lettori,che qualcuno avesse rialzato la testa.., e si fosse fatto avanti

    x contribuire ,non solo moralmente,ma,specialmente, economicamente alla realizzazione di questo ricorso ,che abbisogna di circa tremila euro x essere sostenuto ,da un noto avvocato di diritto amministrativo,a cui mi sono rivolto x l’atto .

    IO NON HO,PURTROPPO ,LA POSSIBILITA’ ECONOMICA X AFFRONTARE DA SOLO L’INIZIATIVA

    FACCIO UN ULTIMO DISPERATO APPELLO PER REALIZZARE QUESTA SOMMA DI DENARO

    ringraziandovi da subito.

    Per chi non mi conosca, mi contatti al 330424281 (geppino pugliese)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *