Home > Vivara > Dopo anni ritrovata a Vivara l’orchidea Anacamptis coriophora

Dopo anni ritrovata a Vivara l’orchidea Anacamptis coriophora

PROCIDA – Ritrovata a Vivara, dopo dodici anni, dal prof. Costantino D’Antonio, l’orchidea Anacamptis coriophora, conosciuta anche come orchidea cimicina. «L’orchidea in questione – dice il prof. D’Antonio – appartiene alla sottospecie fragrans, riconoscibile anche dal caratteristico intenso odore di vaniglia; questo fiore è sempre attorniato da insetti impollinatori, come il coleottero presente nella foto (Oedemera flavipes).  In quest’ultimo anno la riserva sta godendo di un aumento della biodiversità dovuto, molto presumibilmente, alla diminuzione della popolazione di una specie aliena invasiva per la Riserva che è il coniglio selvatico, introdotto presumibilmente già dai D’Avalos nel XVI secolo, poi estinto, ma reintrodotto una decina di anni fa da chi è molto lontano dalla conoscenza naturalistico/ambientale».

«I numerosi piccoli fiori ermafroditi, di colore dal rosso più o meno scuro fino al biancastro e verdastro hanno odore sgradevole di cimice, ma talvolta anche gradevole di vaniglia. Finalmente – sottolinea il prof. Michele Scotto di Cesare – a distanza di anni possiamo riammirare questa piccola orchidea dai colori delicati».

Potrebbe interessarti

Le interrogazioni sono sempre opportunità per spiegare l’ordinaria amministrazione

PROCIDA – Sulla raffica di interrogazioni presentate in questi ultimi mesi dal Consigliere comunale Menico …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *