Home > racconti > “DORMIRE PER STRADA”

“DORMIRE PER STRADA”

vivere per stradadi Alfonso Panniello
Questa notte di freddo e di pioggia
farà vittima gente innocente,
una guerra vestita di pace,
per chi un tetto alla testa non ha.

Con un po’ di fortuna di meno
si finisce a dormire per strada
lì per strada ci sono le storie
e nessuno le ascolterà.

questo è il pregio dell’occidente
che si erge a modello nel mondo,
perde i pezzi lungo la strada
che nessuno raccoglierà.

E non so quante volte ho sentito
quella frase ch’è sempre la stessa:
“se l’è scelta, e così si ritrova”,
ma chi sceglie una vita così?

Quella frase mandata a memoria
ti fa spendere spiccioli in meno
tranquillizza e lava coscienze
ma con l’emo nun ce sta ‘a fa..

Ed intanto la terra promessa
è contesa ma chi vincerà?
Certo il povero cristo ha già perso
e gli resta la sua povertà.

O a men che si possa portare
il popolo oppresso in rivolta
e che dopo non torni miseria,
ma che sia vita di dignità.

La rivolta sia in tutte le terre
perchè in tutte le terre c’è oppresso,
perchè ovunque ci trovi un padrone
perchè ovunque ci sia libertà.

Potrebbe interessarti

Sabato 1 Novembre premiati i vincitori della VI edizione del Premio di Poesia “Le Ali di Pindaro”

Il prossimo 1 novembre alle ore 20,30 presso la chiesa di Santa Margherita Nuova, l’Associazione …

Un commento

  1. La società è composta da vincenti perdenti e …ignavi ;
    questi ultimi sono i più fortunati per che,
    trovano sempre un motivo per … assentarsi.
    Come quando a scuola, per evitare il compito in classe
    ti inventavi una febbre o altra plausibile scusa…
    mentre la prof. di turno…mangiava la foglia !!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *