Home > disagi > EAV Procida – Federconsumatori: Inaccettabile discriminazione per persone con disabilità

EAV Procida – Federconsumatori: Inaccettabile discriminazione per persone con disabilità

PROCIDA – Continua a tenere banco la discussione relativa all’assenza di un servizio di trasporto su gomma idoneo agli utenti con disabilità sull’isola di Procida fatto che è per Federconsumatori Campania inaccettabile anche in virtù del già esiguo servizio di quattro linee per l’intera isola.

Per la Federconsumatori, infatti, il mancato accesso al servizio determina una discriminazione a carico delle persone con disabilità e come tale perseguibile ai sensi dell’art. 3 della legge 67 del 2006. «Riteniamo inaccettabile – dice il presidente di Federconsumatori Campania Rosario Stornaiuolo – che l’azienda che si occupa del trasporto a Procida discrimini gli utenti considerando quelli con disabilità persone di serie b. Come associazione abbiamo diffidato l’azienda dando mandato ai nostri legali di adempiere le vie legali».

Sulla stessa lunghezza d’onda Giuseppe Gaquinto di “Procida in Movimento: «Come Procida in Movimento abbiamo deciso su molti problemi irrisolti del territorio di dare una opportuna accelerata per arrivare a dare delle risposte ai cittadini laddove altri sembrano sordi o impegnati in altre più “giocose” faccende. Quello della condizione del trasporto pubblico locale è una situazione inaccettabile per gli inadeguati e fuorilegge mezzi utilizzati ma lo è ancora di più per il disagio quotidiano vissuto da un disabile del territorio o da un turista per i propri spostamenti sull’isola.

Con la Federconsumatori Campania, con l’associazione L’Isola che non Isola, con altre associazioni del territorio e nazionali abbiamo stretto un patto per non lasciare soli tutti quelli che hanno -problemi e vivono disagi quotidiani in qualunque settore. Non solo denuncia ovviamente ma anche ricerca di soluzioni e proposte per una Procida migliore».

Sulla questione da sottolineare anche un documento congiunto di CGIL, CISL e UIL inviato alle massime autorità dell’EAV nel quale si chiedono spiegazioni e si invita la società a dotare di pedane gli autobus in circolazione sull’isola. «Le scriventi 00.SS. sono venute a conoscenza del grave episodio avvenuto a Procida, circa l’impossibilita di garantire il servizio di trasporto ad un turista disabile, una situazione inaccettabile, che si ripete costantemente, dovuta alla vetusta dei mezzi aziendali sprovvisti delle necessarie pedane per la salita e la discesa degli utenti disabili. Alla luce di quanto sopra, onde evitare di incorrere in altri episodi simili, si chiede di assicurare, per il servizio di Procida, autobus dotati di pedane alto scopo di garantire il diritto alla mobilita anche agli utenti disabili».

Potrebbe interessarti

Ischia ha il garante dei disabili. A Procida si fanno orecchie da mercante

PROCIDA – Dopo la recente nomina, nel vicino Comune d’Ischia, del prof. Raffaele Brischetto a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *