Home > Elezioni europee: dato definitivo Italia

Elezioni europee: dato definitivo Italia

parlamentoeuropeo

Il Popolo della Libertà non fa plebiscito ma poco ci manca. L’Italia anche in Europa manda in massa il partito-azienda di Silvio Berlusconi che prende il 35,26% dei voti, la maggior parte dei quali ignari che a Strasburgo non siederà Berlusconi capolista ma un suo prescelto, in barba alla sovranità del popolo. La lega “ruba” al PDL il 10,22% dei voti, percentuale consistente se si considera che se la Lega fosse stata all’Interno del Popolo della Libertà questo sarebbe al 45%. Il PD arriva secondo a quasi dieci punti percentuali di distacco dal PDL, mentre in forte ascesa si fa vedere l’Italia dei Valori di Antonio di Pietro che si piazza davanti all’UDC di Casini.

I due partitoni non vincono completamente, ma si spartiscono una bella fetta della torta. L’ago della bilancia italiana pende a centro-destra, così come si sta verificando in tutti i grandi paesi europei. Il PPE infatti raccoglie la maggioranza dei consensi. Certo che il centro-destra italiano, all’interno del PDL, rimane sempre un caso atipico di azienda governativa e portatore d’interessi di casta, portavoce di un finto liberismo e di poche libertà.

L’affluenza alle urne in calo (66,46% rispetto al 72,88% della scorsa tornata elettorale) ha sancito e mostrato un sostanziale disinteresse nei confronti della politica europea, spesso disprezzata proprio dal nostro stesso governo, e frequentemente in contrasto con le normative stesse emanate dall’Unione.

Se proprio vogliamo interpretare i dati un’ottica diversa, possiamo dire che forse Berlusconi ha perso, ma il berlusconismo è purtroppo ben radicato nell’italiano medio grazie al suo crescente populismo e demagogismo che a fronte di risultati scarsi sulla scena politica esercita con la sua figura un continuo fascino comunicativo tra gli elettori.

Rimangono fuori i partiti alla sinistra del PD compresa la lista Bonino-Pannella, mentre l’UDC riesce ad arriva al 6,52% superando la soglia di sbarramento (percentuale al di sotto del quale non si ottengono seggi) del 4%. I dati sulle schede bianche danno un 3,02%, il 3,36% sono state considerate nulle e lo 0,02% sono state contestate o non assegnate.

Di seguito i risultati definitivi sul voto italiano per il parlamento europeo

In questa tabella tutti i partiti ammessi al parlamento europeo con le rispettive percentuali di voto.

ammessi

In queste tabelle e nella seguente l’elenco dei partiti che non avranno seggi a Strasburgo dato che non hanno superato la soglia di sbarramento del 4%:

non-ammessi

Scarica in PDF

Fonte http://www.thepopuli.com Postato il 08 giugno 2009 da Luca Rinaldi

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *