Home > Forio. Dopo il consiglio comunale blocca-ruspe, abbattuto con un blitz immobile abusivo.

Forio. Dopo il consiglio comunale blocca-ruspe, abbattuto con un blitz immobile abusivo.

di Gennaro Savio

Sull’isola Verde gli abbattimenti continuano senza sosta. Dopo che nelle settimane scorse nel Comune di Ischia era andata giù l’umile casa di Vincenzo Di Meglio, in queste ore nel Comune di Forio, in zona Montecorvo, [youtube UZxWgvBkLzY] con un blitz che ai più è apparso come la risposta dello Stato alla decisione del Consiglio comunale di bloccare i finanziamenti per nuove demolizioni

,è stato abbattuto un manufatto allo stato grezzo di circa cento metri quadrati con fondi che il Comune aveva stanziato nel 2010. E sin qui nulla di nuovo perché, così come ha avuto modo di sottolineare Domenico Savio, Coordinatore del “Movimento per il Diritto alla Casa delle Isole di Ischia e Procida”, gli abbattimenti, indipendentemente dal voto del Civico consesso foriano, comunque potranno essere finanziati da altre Istituzioni e quindi continueranno se non ci sarà un intervento del Governo e del Parlamento. Ma resta la vergogna sociale che nell’attuale periodo di profonda crisi economica che attraversa il nostro Paese letteralmente allo sbando, mentre si investono ingenti somme di danaro pubblico per negare il diritto alla casa di tante umili famiglie lavoratrici costrette a costruirsi l’abitazione abusivamente dallo Stato inadempiente, non ci sono i soldi per soddisfare i diritti e le esigenze della cittadinanza. Un esempio? Nel mentre percorrevamo la strada di Montecorvo che conduce al manufatto demolito, ci siamo imbattuti in buche larghe e profonde che rendono il selciato pericolosamente e paurosamente dissestato. E ovviamente ci siamo ancora una volta indignati per il fatto che lo Stato, in questo caso attraverso il Comune di Forio, mentre da un lato stanzia centinaia di migliaia di euro per abbattere le nostre case, dall’altro piange miseria quando c’è da garantire la nostra sicurezza sulle carreggiate non trovando i miseri fondi necessari per fare asfaltare le strade-killer sulle quali ogni giorno tutti rischiamo la vita: assurdo! Essendo che in queste ore a Montecorvo le varie Istituzioni dello Stato erano ben presenti, ci sarà stato qualcuno che abbia notato la pericolosità di questa strada paurosamente dissestata prendendo nota e attivandosi affinché venga messa in sicurezza da chi di dovere?

Potrebbe interessarti

Padre e figlio italo tedeschi, due generazioni, un solo amore

di Gennaro Savio Tra le migliaia di graditi ospiti che hanno affollato l’isola d’Ischia in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *