Home > mobilità > Giaquinto: Servizio insufficiente dell’EAV nelle ore di divieto

Giaquinto: Servizio insufficiente dell’EAV nelle ore di divieto

PROCIDA – Lasciatoci alle spalle il periodo più caldo, turisticamente parlando, della stagione estiva, sono testimonianza alcuni negozi ed attività commerciali che hanno già ripreso il giorno di riposo settimanale oppure abbassato le serrande per un periodo di ferie, le problematiche relative alla mobilità territoriale restano sempre ben presenti.

Quindi, nel mentre dalle ore 07,00 di questa mattina riprenderanno i lavori per la metanizzazione che interesseranno via Santa Margherita vecchia, con inizio dal monte della strada a scendere verso via M. Chiaiolella, e Via Lavadera, nel tratto compreso tra l’incrocio via Magenta (esclusa) e piazza Sant’Antonio, Giuseppe Giaquinto, del Comitato Utenti Trasporto Isola di Procida, pone l’attenzione sui disagi lamentati dai cittadini in merito al servizio EAV effettuato durante le ore di divieto di circolazione imposte dall’Amministrazione per i venerdì e sabato di settembre. «Per il momento non vogliamo entrare nel merito dell’opportunità di mettere un divieto di circolazione durante i fine settimana di questo mese di settembre, con risultati abbastanza scarsi, considerato il gran numero di veicoli che abbiamo visto in circolazione e l’esiguità dei pericoli per incolumità e la sicurezza nelle ore serali rispetto a quanto si assiste nelle ore centrali della giornata, sia per numero di veicoli e di pedoni circolanti, sia per assenza di rispetto di ogni ordine e regola per il transito e la sosta di veicoli di ogni genere e portata.

Ci vogliamo invece soffermare su un argomento che ci riguarda più da vicino. Quello che è il trasporto pubblico nelle ore di divieto di settembre e la sua funzionalità rispetto alle esigenze di quanti vogliono muoversi rispettando le ordinanze.

Ebbene – sottolinea Giaquinto – abbiamo calcolato che sulla linea principale L1 dalle ore 19 alle ore 24 il Bus è transitato solo 6 volte in partenza dal porto con ritorno. In media una corsa ogni 50 minuti. Discorso ancora più precario per le direttrici L2, C1 e C2 dove mediamente si sono registrate 4 o 5 passaggi per linea e per giunta fino alle 22. Ora, ci domandiamo, se il trasporto pubblico deve essere un sussidio di primaria importanza per garantire la mobilità cittadina e soprattutto scoraggiare quanti sono avvezzi all’uso dei veicoli privati, ci pare di poter affermare che, a fronte di attese di circa un’ora sulle fermate, gli unici che si sono scoraggiati sono stati quelli che hanno creduto in un trasporto pubblico alternativo.

Ora crediamo, che in mancanza della possibilità di avere un servizio pubblico efficiente ed esaustivo e considerato che le manifestazioni di maggior richiamo si sono svolte a Marina Grande, bastava pedonalizzare la zona e garantire la corretta riuscita degli eventi.

Però ci rendiamo conto che le ordinanze sono ormai considerate degli inviti bonari a non circolare e che il servizio pubblico resta ancora lontano dal poter essere considerato una valida alternativa, nonostante un’estate dove abbiamo rivisto più bus in circolazione, sempre di caratteristica vetustà e fumanti, ed anche un maggior incremento delle corse al pari dei tempi d’oro della Sepsa, quando sull’asse principale circolava un bus ogni 10 minuti e sulle linee L2 e C1 avevamo sistematici raddoppi. Ci siamo, però, alquanto meravigliati del fatto – conclude Giuseppe Giaquinto – che il Sindaco rispondendo in un post ad un cittadino affermava che quest’anno hanno circolato, in alcune fasce orarie, ben 9 bus contro i 2 del 2012. Ora, ammesso che il 2012 sia stato un anno buio per il trasporto non più efficacemente garantito dall’ EAV Bus in fallimento, ma dire che circolavano solo 2 bus significa o che il Sindaco ha vissuto un amarcord della sua infanzia, quando garantivano il servizio i mitici Ventriglia e Cozzolino, oppure i 20 dipendenti EAV in quell’estate del 2012 si sono “rubati” lo stipendio».

Potrebbe interessarti

Nuovi percorsi ed orari bus

PROCIDA – Questa mattina l’EAV Bus ha inviato una nota per comunicare i nuovi percorsi …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *