Home > libri > Il “magico” mondo di Gek Tessaro sbarca a Procida per confrontarsi con i lettori del Progetto “Procida, il mondo salvato dai ragazzini- Elsa Morante”

Il “magico” mondo di Gek Tessaro sbarca a Procida per confrontarsi con i lettori del Progetto “Procida, il mondo salvato dai ragazzini- Elsa Morante”

PROCIDA – È tra gli scrittori e illustratori più amati, richiesti e premiati dell’attuale panorama della letteratura per l’infanzia: geniale inventore del “teatro parlato e disegnato”, artista poliedrico capace di muoversi con scanzonata leggerezza tra testi poetici e narrativi, illustrazione e teatro, Gek Tessaro sarà per la prima volta a Procida lunedì 23 aprile (Sala Consiliare, dalle ore 9.30), per il terzo incontro d’autore della prima edizione del progetto “Procida, il mondo salvato dai ragazzini-Elsa Morante”, promosso dall’amministrazione comunale (Assessorato alla Cultura e Politiche Giovanili) e ideato e curato dall’Associazione culturale Kolibrì con il sostegno della Fondazione Banco Napoli, in partenariato con la rivista «Andersen-Il mondo dell’infanzia», l’ente di formazione Agita Teatro, l’Associazione culturale Isola di Graziella, l’IC Antonio Capraro da Procida, l’ISS Francesco Caracciolo-Giovanni da Procida, in collaborazione con la Biblioteca Comunale “Don Michele Ambrosino” e le librerie Graziella e Nutrimenti.

Nel cinquantesimo anniversario del celebre libro di Elsa Morante Il mondo salvato dai ragazzini, manifesto poetico-politico di grande carica profetica, entra così nel vivo il cantiere creativo di un originale progetto educativo e culturale partito il 2 ottobre 2017 e che mette al centro, fra il resto, la comunità educante e l’importanza della lettura e della creatività a partire dai più giovani. Protagonisti, infatti, i giovani studenti dell’isola delle scuole di ogni ordine e grado che, con la sapiente ed appassionata guida dei loro insegnanti e il tutoraggio di esperti di Agita Teatro e di Kolibrì, stanno interpretando – con i vari linguaggi espressivi a loro più consoni – i testi dei quattro autori selezionati da una giuria tecnica tra i migliori del panorama contemporaneo della civiltà dell’infanzia. Un work in progress, in dialogo costante con i diversi soggetti di questo cammino corale che culminerà in una serie di festose iniziative conclusive, in programma il primo weekend di giugno, in cui i lavori dei bambini e ragazzi procidani si confronteranno con gli autori che li hanno ispirati.

Il primo incontro pubblico tra uno dei quattro autori selezionati e la comunità educante procidana (studenti, docenti, famiglie) si è tenuto sabato 10 febbraio nella sala consiliare “V Parascandola”, aperta per l’occasione alla cittadinanza. Protagonista è stato Antonio Ferrara, autore del romanzo per adolescenti Zo’(San Paolo Edizioni), che ha entusiasmato il pubblico presente con i suoi racconti. Sabato 17 marzo è stata la volta della scrittrice e poetessa Chiara Carminati, autrice de La signora degli abissi (Editoriale Scienza), che (anche con un intervento a sorpresa di Maria “la Pescatrice”, storica figura isolana che vive di mare), ha galvanizzato i presenti con le sue storie legate all’acqua e alla straordinaria avventura esistenziale dell’oceanografa Sylvia Earle. A seguire, dopo l’incontro con Gek Tessaro – ispirato dal suo albo illustrato Il Circo delle Nuvole (Lapis edizioni), che sarà anche al centro dello spettacolo finale durante la cerimonia pubblica di premiazione, sabato 2 giugno -, il quarto ed ultimo incontro d’autore con la scrittrice e poliziotta Ornella Della Libera, previsto sabato 12 maggio.

Potrebbe interessarti

TRASPORTO MARITTIMI PER I DISABILI. DOPO LA CHIAMATA IN GIUDIZIO INTERVIENE BORRELLI E CHIEDE CHE LA CAREMAR VENGA CONVOCATA IN REGIONE

PROCIDA  –Barriere per i disabili nel trasporto marittimo nel Golfo di Napoli. Borrelli. Inaccettabile discriminazione. …

2 commenti

  1. Dott.Taliercio vi chiedo se :
    potete e volete inaugurare, un canale televisivo ed uno radiofonico che, prevedano contatto costante con gli abitanti della vostra isola,
    così come avete fatto per la rivista che è stata diffusa nelle edicole di città .
    Ho un televisore che raccoglie numerosi canali ma, non ce ne sono
    di specifici dedicati agli ascoltatori che, possano scrivervi e commentare
    in diretta ogni avvenimento mediatico .
    La mia antenna è posta al livello di strada quindi, la ricezione di ambedue
    i segnali se non eccellente mi arriverebbe disturbata .
    Vi ringrazio per ogni partecipazione in tal senso che, servirebbe
    a confortare tutti noi ascoltatori che in maniera creativa
    cerchiamo di esservi ed esserci di sostegno .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *