Il Procida perde anche ad Ercolano

Grandinata di gol al “Solaro” di Ercolano con i padroni di casa di Mister Onorato che riesce a conquistare tre punti importantissimi contro il Procida. La formazione di Mimmo Citarelli ora è in piena crisi e lo dice anche la classifica che vede gli isolani addirittura al penultimo posto in classifica, sopra solo allo Stasia Soccer. L’allenatore isolano deve rinunciare per questa gara allo squalificato Di Dato oltre agli infortunati Autiero e Di Spigna. A centrocampo Intartaglia è affiancato da Alessandro Malgieri con Costagliola e Maddaluno sugli esterni. In difesa l’esperta coppia centrale Massimo Malgieri-Del Gaudio è accompagnata sulle fasce da Carabellese e Franco. In attacco confermato il tandem Bottone-Mazzeo. Formazione molto giovane per Mister Onorato che schiera ben sei Under in campo di cui addirittura quattro classe ’93 e due ’92. In cabina di regia c’è l’esperto centrocampista, ex Napoli e Ascoli, Cataldo Montesanto accompagnato da dalla corsa di Nicolella, Costantino e Vitale. In attacco Sasanelli è affiancato da Minauda. Ottimo inizio di gara per la squadra di casa. Dopo appena nove minuti Sasanelli devia di testa un cross di Minauda con Capece che la tocca e la manda sul palo alla sua sinistra. Al 19’ arriva il vantaggio locale : Nicolella lanciato sulla sinistra crossa al centro, sfortunata deviazione di Massimo Malgieri e palla che si insacca alle spalle di Peppe Capece. E’ il quarto autogol in cinque gare per Massimo Malgieri davvero sfortunato in tutte queste occasioni. La reazione del Procida non si fa però attendere. Al 25’ su un corner dalla destra di Intartaglia arriva la deviazione di testa di Costagliola con il salvataggio sulla linea di Fiorillo. Sul successivo calcio d’angolo arriva il pareggio : cross di Intartaglia e doppia conclusione a rete dei fratelli Malgieri con la prima, di Masssimo, che viene respinta prima del tap in vincente di Alessandro. E’ il punto del pareggio che sempre risollevare la formazione isolana ma non è così. Bastano, infatti, solo nove minuti all’Ercolano per riportarsi in vantaggio. Al 35’ punizione dalla sinistra, respinta della difesa procidana sul destro di Cataldo Montesanto che calcia senza pensarci due volte indirizzando la palla nell’angolino basso alla destra di Capece. Bellissimo il gol del centrocampista ex Napoli che riporta il Rita Ercolano in vantaggio. Al 43’ cross dalla destra, respinta di testa di Massimo Malgieri con la palla che viene intercettata fuori area di Vitale, tiro di sinistro dell’esterno ercolanese e palla che si infila sotto l’incrocio della porta difesa da Capece. Grandissimo gol del centrocampista locale che porta il risultato sul tre a uno. Nella ripresa ci si aspetta una reazione di orgoglio del Procida ed invece arriva il quarto gol ercolanese. Al 6’ punizione a due al limite dell’area con tocco di Montesanto e fucilata di destro di Minauda che si infila nell’angolino alla destra di Capece. Bravi ma anche fortunati i ragazzi di casa a cui sembra andare tutta a meraviglia soprattutto nelle conclusioni. Da questo momento in poi ci sarà solo una squadra in campo ed è il Procida che prenderà d’assedio la porta locale sfiorando un’altra clamorosa rimonta. Al 17’ spettacolare azione per i biancorossi : palla filtrante di Bottone per Mazzeo che di tacco smarca Intartaglia il cui tiro di interno sinistro si infila nell’angolino alla sinistra di Petrazzuolo. Al 20’ il Procida restà però in dieci per l’espulsione di Alessandro Malgieri arrivata per qualche parola detta dal centrocampista biancorosso. Al 31’ Bottone salta Perrella sulla destra e crossa al centro, Mazzeo da ottima posizione, nonostante una trattenuto trova il colpo di testa con Petrazzuolo che si supera salvando sulla linea e strozzando in gola l’urlo di gioia dei tifosi procidani. Al 35’ Intartaglia calcia su punizione dalla sinistra, colpo di testa di Massimo Malgieri ed ennesimo miracolo di Petrazzuolo, la palla ritorna in gioco con Falanga che la rimette al centro per il colpo di testa vincente di Marco Mazzeo. Riaperta clamorosamente la partita il Procida si gioca gli ultimi dieci minuti a viso aperto. Al 42’ cross dalla destra di Bottone e colpo di testa di Mazzeo che si vede respingere la conclusione dall’ennesima grande parata di Petrazzuolo. A tempo scaduto è Capogrosso, invece, a deviare di testa un cross di Massimo Malgieri con la palla che si perde alta. Nel finale il portiere Petrazzuolo viene espulso per doppia ammonizione ma non c’è più tempo. Si spengono così le speranze di pareggio del Procida che deve ingoiare quest’ennesimo boccone amaro. Adesso gli isolani sono penultimi e nella prossima gara cercheranno il riscatto con il Giorgio Ferrini Benevento.

Add. Stampa Mario Lubrano Lavadera

Potrebbe interessarti

pallavolo femminile procida

Procida la pallavolo si conferma ai vertici provinciali

La pallavolo procidana continua a raccogliere importanti risultati fatto che dimostra la bontà della scuola …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.