Home > Il sistema Città della Scienza di Napoli a rischio collasso. I lavoratori in stato di agitazione.

Il sistema Città della Scienza di Napoli a rischio collasso. I lavoratori in stato di agitazione.

COMUNICATO SINDACALE DELL’8 LUGLIO 2010In data 29 giugno 2010, la Fondazione Idis-Città della Scienza, a fronte di una posizione creditizia nei confronti della Regione Campania estremamente consistente (che ha generato nel tempo una grave esposizione debitoria), ha comunicato ai dipendenti di Fondazione Idis e di Cuen srl di essere nell’impossibilità di erogare gli stipendi maturati il 1 Luglio 2010.Analogamente, in data 29 giugno 2010, la Città della Scienza spa, che vanta nei confronti della Regione Campania una posizione creditizia ancora più consistente, ha comunicato ai dipendenti che il pagamento della 14a mensilità verrà posticipato a causa della mancanza di liquidità dovuta ai ritardi degli incassi  dei crediti vantati nei confronti della Regione.Entrambe le aziende non hanno indicato date certe per l’erogazione delle spettanze e per la soluzione della crisi finanziaria.Il 7 Luglio 2010 le lavoratrici e i lavoratori di Fondazione Idis-Città della Scienza e di Cuen srl, Città della Scienza spa, considerato che una tardiva soluzione di tale crisi ricadrebbe su oltre 200 famiglie di dipendenti e collaboratori Idis-Cuen e di Città della Scienza spa (senza tener conto del cospicuo numero di famiglie di lavoratrici e lavoratori dell’indotto – guide scientifiche, lavoratori dei servizi e delle aziende incubate) hanno proclamato lo stato di agitazione, fino alla risoluzione dell’emergenza finanziaria.Considerato che la gravità della situazione finanziaria di tutta Città della Scienza richiede un intervento diretto della Regione Campania, le lavoratrici e i lavoratori hanno chiesto al Presidente, On. Stefano Caldoro, che si attivi immediatamente per sbloccare i fondi per il pagamento dei crediti esigibili, necessari al superamento della crisi finanziaria di Città della Scienza.Parallelamente, chiedono al Presidente Caldoro che riavvii il tavolo di confronto tra Regione Campania, Città della Scienza e parti sociali sulla stabilizzazione del Sistema Città della Scienza.Napoli, 8 luglio 2010RSA CGIL FILCAMS di Fondazione Idis-Città della ScienzaRSA CGIL FILCAMS di Città della Scienza spaRSA CGIL SLC di Cuen srl

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *