Home > Indagine Federalberghi sulle scelte turistiche estive degli italiani: il 70,3 per cento ha scelto o sta scegliendo l’Italia.

Indagine Federalberghi sulle scelte turistiche estive degli italiani: il 70,3 per cento ha scelto o sta scegliendo l’Italia.

Il 70,3% degli italiani in vacanza questa estate ha scelto o sta scegliendo l’Italia. E’ il dato principale che emerge dall’indagine realizzata da Federalberghi per “fotografare”, appunto, le scelte turistiche estive degli italiani. Per quanto riguarda chi va all’estero, le grandi capitali europee fungono ancora da elemento catalizzatore con il 44,6% della domanda (45,7% nel 2009), mentre calano quelle extraeuropee (10,7% rispetto al 17,1% del 2009) a partire da New York. Crescono fortemente le località marine ed esotiche con un 22% di domanda (rispetto al 16,4% del 2009), con il Mar Rosso che assorbe da solo quasi il 25% dei flussi, seguito dalle Canarie. Continua a consolidarsi, poi, la quota di mercato di quanti scelgono una crociera, passata dal 4,3% del 2009 al 6% di quest’anno e cresce anche la montagna all’estero che dal 2,1% del 2009 sale addirittura al 4,2% di quest’anno.
Le Regioni più gettonate – La Puglia mantiene anche quest’anno la leadership della classifica tra le Regioni più gettonate dagli italiani per le vacanze estive con una
quota di domanda del 10,6% (rispetto al 10% del 2009). Seguono a ruota la Sardegna (9,7% rispetto al 9,6% del 2009), la Sicilia (8,8% rispetto all’8,5% del 2009), e l’Emilia Romagna (8,3% rispetto al 10% del 2009). Tiene la Toscana con l’8,3% rispetto all’8,5% del 2009. “Esplode” il Veneto che incrementa di quasi il 100% la propria quota di mercato, passando dal 4,1% del 2009 all’8,1% di quest’anno. Stesso aumento esponenziale lo registra l’Abruzzo che cresce di oltre il 130% passando dall’1,5% di quota di mercato di italiani del 2009 al 3,5% di quest’anno. Crescita altrettanto importante per la Campania, che passa dal 3,1% del 2009 al 4,2%.
Fonte: www.confcommercio.it

Potrebbe interessarti

Procida, specchio di una società in via di disgregazione

Di Geppino Pugliese PROCIDA – Premetto che questo non è un mio sfogo personale, né …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *