Home > politica > Insularità in Costituzione: banchetti a Procida

Insularità in Costituzione: banchetti a Procida

PROCIDA – Ieri, domenica 29 aprile, si è svolta la raccolta firme per il Principio di Insularità in Costituzione attraverso i banchetti sia presso Marina Chiaiolella che in piazza Marina Grande.

Molti sono stati i volontari che hanno voluto dare il proprio contributo con la loro presenza presso i banchetti e tante persone hanno firmato la proposta di legge popolare sia residenti che non.

Anche il Sindaco e l’Amministrazione ha voluto sostenere l’iniziativa sia organizzando dei momenti di sensibilizzazione sul tema il “principio di insularità” sia contattando il Comitato #InsularitàinCostituzione con cui c’è stato uno scambio di informazioni e comunicati.

Si continuerà a sostenere l’iniziativa nei prossimi giorni raccogliendo le firme presso la Casa Comunale.

L’assessore Rossella Lauro, che ha coordinato le iniziative, ha voluto ringraziare: “Raimondo Scotto di Covella, Claudia Esposito, Porfilio Lubrano, Lucia Mameli, Mimmo Coppola e Luigi Primario e Domenico Scotto di Monaco del Forum dei Giovani per la presenza ai banchetti e per l’impegno concreto dimostrato. Sostenere un’iniziativa significa dedicarci del tempo reale e non virtuale, scendere in piazza mettendoci la faccia e spiegando alle persone che volendo le proposte possono anche partire dal basso ed arrivare lontano, tutti insieme, unendo le forze”.

Potrebbe interessarti

Lucia Mameli: Da gennaio la Caremar adeguerà le navi con ascensore per persone con mobilità ridotta

PROCIDA – La società di navigazione Caremar darà corso a lavori di adeguamento delle proprie …

Un commento

  1. A mio parere è solo fumo negli occhi,apparire per apparire,mostrarsi x chissà quale inutile motivo. Agitarsi,prendere firme,per dimostrare al mondo che questa AMMINISTRAZIONE è assolutamente incapace di relazionarsi e interagire con le Istituzioni sanitarie ,quali l’ASL e la Regione Campania.
    Ma che cavolo c’entra tutto ciò con la proposta di modifica Costituzionale?
    La Costituzione Italiana ,già negli articoli 2 e 3 ,e,specialmente,nell’articolo 32 ,garantisce il diritto alla salute x tutti i cittadini,sia “insulari che non “.
    Quindi,a che pro sollevare tutto questo fumo,per far vedere che si è in vita,forse?
    Diciamoci la verità,siamo noi procidani che siamo incapaci,menefreghisti,non solidali che abbiamo degli aspiranti politici che vogliono solo ” APPARIRE “….mostrarsi,ma ,in realtà,fattualmente,politicamente, sono ” ZERO ASSOLUTO “, o, prossimi allo zero.
    A Procida,se solo avessimo metà dei servizi sanitari che hanno Ischia o Capri,già sarebbe abbastanza…. siamo noi che,purtroppo,non siamo buoni a niente…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *