Ischia: Andar per Cantine, la tradizione sposa il divertimento

Nella tre giorni che andrà dal 16 al 18 settembre spegnerà appena la quarta candelina, eppure la manifestazione “Andar per Cantine” è cresciuta esponenzialmente all’associazione che l’ha ideata ed organizzata a partire dal 2008, ossia la Pro Loco Panza, presieduta dal dinamico Leonardo Polito. Anche quest’anno visite guidate, escursioni, un tuffo nel passato, nella natura, nell’enogastronomia, nelle tradizioni, che risveglierà la memoria e l’interesse dei tanti turisti che affollano l’isola verde in questo mese di settembre e – perché no – anche degli stessi ischitani, che spesso le proprie tradizioni sembrano averle proprio dimenticate. Una kermesse che in questi quattro anni ha avuto un merito indiscutibile tra gli altri, quella di non essere dedicata alla sola frazione di Panza ma di aver allargato i suoi confini all’intera isola. “Noi ci abbiamo messo sempre il massimo dell’impegno, della dedizione ed anche della professionalità – spiega Leonardo Polito – ma non posso negare che il successo di Andar per Cantine stia nella sua semplicità che pure l’ha resa una formula vincente. Tanti turisti e tanti residenti ce lo hanno riconosciuto nel corso di questi anni: la tradizione enogastronomica isolana, le sue cantiche antichissime, i suoi sentieri sono una bellezza ed un patrimonio unico al mondo, noi abbiamo cercato di farli scoprire a tanti. Al punto tale che oggi posso affermare che la nostra manifestazione calamita visitatori ad Ischia che sbarcano proprio per godersi questa tre giorni”. Accanto a queste iniziative non mancano poi gli appuntamenti che allieteranno le serate, con epicentro del divertimento in Piazza San Leonardo a Panza. E nello specifico Polito non nasconde un pizzico di orgoglio: “Nonostante un periodo di crisi congiunturale, che ha portato peraltro alla cancellazione di molte manifestazioni in programma sul territorio isolano nel mese di settembre, noi sia pure con mille sacrifici e con l’aiuto di diversi soggetti, siamo riusciti a mantenere un cartellone variegato e di tutto rispetto. Il momento clou sarà sicuramente quello di sabato 17, con il concerto di Monica Sarnelli, ma è ovvio che anche il concerto del tenore Michele D’Abundo e della soprana Antonella Iacono, così come lo spettacolo di Gaetano Maschio e la presentazione del libro Pithekoussai di Lina Casulli sono appuntamenti che contribuiscono non poco a tenere alto il livello dell’edizione 2011 di Andar per Cantine. Io ad ogni buon conto vorrei soffermarmi proprio sul concerto del duo D’Abundo-Iacono: si terrà in una cornice inusuale ma mozzafiato, quella delle Cantine Arimei: una antica cantina, un panorama da sogno e buona musica, credo una miscellanea che renderà l’appuntamento davvero unico”.
Insomma, Andar per Cantine è divenuto in così breve tempo anche un brand consolidato, come conferma lo stesso Polito quando ricorda che “tante e svariate sono state le sinergie proposteci in questi anni ed anche le mail e lettere ricevute da altre associazioni del territorio isolano che ci hanno chiesto lumi circa la realizzazione di un evento simile. Una serie di attenzioni che indubbiamente ci lusingano e ci ripagano del lavoro svolto”. Riconoscimenti peraltro meritati, visto che la Pro Loco Panza non soltanto è impegnata in un servizio di infopoint turistico, ma ha provveduto di recente anche al ripristino del sentiero della Baia Pelara oltre ad organizzare altre manifestazioni ed eventi, il tutto con uno sguardo sempre attento al sociale ed alle fasce più disagiate. L’appuntamento dunque è a Panza ed in giro per le cantine dal 16 al 18 settembre (per tutte le informazioni e le prenotazioni è sufficiente visitare il sito www.prolocopanzaischia.it) ma in piazza nel prossimo weekend non mancheranno sorprese ed altri ospiti vip. “Ma di questo ne parleremo più avanti…”, chiosa il presidente Polito. Nel frattempo, preparatevi ad una full immersion di tradizione e divertimento.

Potrebbe interessarti

procida tagli sanita e1441430659130

Ischia e Procida accumunate dal disastro della sanità

di Michele Romano Nel discernere la rassegna stampa quotidiana, da pensionato ancora vigile ed attivo, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *