Home > La 3^ edizione “Viverein” Salone Internazionale del Benessere

La 3^ edizione “Viverein” Salone Internazionale del Benessere

“Le attività della terza edizione di Viverein, Salone Internazionale del Benessere, previste dal 6 all’8 maggio ad Ischia al Parco Termale Negombo, slitteranno al prossimo settembre e la sede si sposterà dall’isola alla provincia di Salerno” dichiara Giovan Giuseppe Mattera ideatore nonché organizzatore del Salone. “La decisione è stata presa per motivi logistico – finanziari. Il Salone Internazionale del Benessere è una manifestazione che non ha ancora raggiunto l’autonomia economica, per potersi sostenere ha bisogno di un contributo regionale che non è ancora stato erogato, tuttavia – continua – i premi assegnati dal Comitato Scientifico presieduto da Aldo Masullo, professore emerito di Filosofia all’Università degli studi di Napoli Federico II verranno consegnati il giorno 7 Maggio alle ore 10.30, grazie alla cortese disponibilità dell’Amministrazione, al Municipio di Salerno nel bellissimo Salone del Gonfalone. Saranno presenti come nelle edizioni precedenti personaggi illustri del mondo dell’informazione, della musica dello sport, della medicina e della scienza e dell’alimentazione”.

Il Premio “Viverein” per la chimica, la protezione ambientale e l’emancipazione della donna verrà consegnato a Zoubida Charrouf, Prof.ssa di chimica organica presso la Facoltà di Scienze dell’Università di Rabat in Marocco. Un riconoscimento speciale che si lega anche alla raccolta firme in corso per chiedere che il premio Nobel per la Pace sia assegnato alle “Donne d’Africa”. Alla Prof.ssa Charrouf si deve la fama dell’olio di argan e lo studio dettagliato delle sue molteplici proprietà, nonché la fondazione di una cooperativa locale in Marocco che strappando le donne all’emarginazione sociale e alla povertà le ha impegnate nella produzione artigianale, proteggendo il marchio d’origine di questi prodotti da “contaminazioni” estere.

Il Premio “Viverein” “Un libro per il ben-essere” va alla dott.ssa Giovanna Bergamasco con “La maschera viola” Guida, Napoli 2011. Le storie raccolte, La maschera viola, l’Orsa e Il piccolo Fiume, che ruotano intorno al doppio registro realistico e fantastico, raccontando la vita umana come incessante inseguimento di un “senso”, che ne acquieti l’affanno, che non può avvenire se non al prezzo dell’arduo ma decisivo esercizio a “ben vivere”.

Il Premio “Viverein” per la Medicina al dott. Michele Gallucci direttore del Reparto di Urologia oncologica dell’Istituto Regina Elena di Roma, uno tra i nomi più prestigiosi in Europa nel campo della urologia oncologica, il primo al mondo ad applicare la radioterapia intra-operatoria (IORT) nel tumore della prostata ad alto rischio di recidiva. Chirurgo infaticabile, il prof. Gallucci ha raggiunto grandi progressi in termini di diagnostica precoce con risultati eccellenti, eseguendo ogni anno circa mille interventi utilizzando tecnologie avanzate nell’ambito dell’Urologia per migliorare la performance tecnica e garantire al malato il massimo risultato con la minore invasività possibile.

Il Premio “Viverein” per la Musica invece è stato assegnato al Maestro Giuseppe Vessicchio che ha iniziato a muovere i primi passi artistici con Bennato, Di Capri, Sastri, collaborando poi con i grandi della musica leggera da Gino Paoli, ad Andrea Bocelli, da Roberto Vecchioni, a Zucchero, Avion Travel, Ornella Vanoni, Ivana Spagna e molti altri. Il culmine del suo impegno artistico è arrivato con le direzioni orchestrali, dal grande concerto al Kremlino in mondovisione, per commemorare John Lennon, al Festival di Sanremo, dove è oramai da decenni presenza insostituibile.

Il Premio “Viverein” per il Giornalismo e la Comunicazione scientifica al Dott. Marco Ferrazzoli dal 2004 Capo ufficio stampa del CNR a Roma e Direttore responsabile dell’‘Almanacco della scienza’. Giornalista professionista oltre che saggista e poeta, ha scritto e lavorato tra l’altro per Il Giornale, Il Tempo, L’Opinione, il Secolo d’Italia, L’Osservatore Romano, Il Giornale di San Patrignano, Palomar, Campus e L’Espresso, Radio Due Rai, Tg2. La sua attività di scrittore e giornalista ha riscosso numerosi riconoscimenti tra cui la “Caravella d’Argento per la Saggistica” del Premio Luciano Cirri 2008. In tali ruoli, e in particolare in quello di responsabile dei rapporti con i mass media del più importante Ente pubblico di ricerca italiano, Ferrazzoli si occupa assiduamente del dibattito in corso nei vari settori della ricerca, con particolare attenzione agli studi sull’ambiente e sulla salute.

Il 7 maggio, nell’ambito del Salone Internazionale del Benessere “Vivere in”, il CERAM, Centro Europeo di Ricerca Acque Minerali, conferirà il Premio Qualità Acque Termali. Il Premio scaturisce dalla valutazione della qualità dell’offerta termale e della diversificazione delle applicazioni terapeutiche, sulla scorta di documentazione scientifica pubblicata. I parametri presi in considerazione riguardano, inoltre, l’attività di gestione e valorizzazione effettuata dal concessionario attraverso la capacità di innovare l’interesse per l’ambiente termale attraverso attività complementari capaci di coinvolgere più fasce generazionali; le attività socio-culturali effettuate con l’ausilio ed il patrocinio degli enti locali, l’introduzione di applicazioni clinico-termali di eccellenza e l’impegno di risorse umane e finanziarie finalizzate alla valorizzazione dell’ambiente termale.

Per ulteriori dettagli sulla manifestazione potete visitate il link www.vivereinbenessere.com

Potrebbe interessarti

Procida: La struttura sanitaria deve andare a cercare l’utente non il contrario

Di Michele Romano PROCIDA – Il 14 marzo scorso, presso la sala consiliare dell’isola di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *